rotate-mobile
Cronaca Santa Cesarea Terme

Voti in cambio dell’assunzione a tempo indeterminato: assolto il sindaco di Santa Cesarea Terme

Al vaglio del giudice, il presunto patto che Pasquale Bleve avrebbe stretto con un cittadino, in occasione delle amministrative del 2018. La sentenza: “Il fatto non sussiste”

SANTA CESAREA TERME - Corruzione elettorale: era questo il reato per il quale il sindaco (al terzo mandato) di Santa Cesarea Terme Pasquale Bleve era finito al banco degli imputati. Ma l’accusa non ha retto nel processo che si è chiuso oggi dinanzi al presidente della seconda sezione penale del tribunale di Lecce Pietro Baffa.

La sentenza, le cui motivazioni sono state depositate contestualmente al dispositivo, è stata di assoluzione con la formula “perché il fatto non sussiste”, a fronte della richiesta di condanna a sette mesi di reclusione, avanzata dalla pubblica accusa.

Stando alle carte dell’inchiesta, coordinata dalla sostituta procuratrice Roberta Licci, durante le elezioni amministrative del 2018, il primo cittadino avrebbe promesso a un 63enne di far ottenere al figlio un’assunzione a tempo interminato presso un’azienda di smaltimento di rifiuti, in cambio del voto al candidato da lui indicato da parte di tutto il suo nucleo familiare. Nello specifico, questa sarebbe stata la promessa formulata: “Poi quando facciamo la gara nuova ti garantisco che il ragazzo lo inserisco nell’appalto nuovo, lo metto a tempo indeterminato quando facciamo la gara”.  

La voce dell’esistenza di un pactum sceleris si diffuse in paese e arrivò alle orecchie dei carabinieri, ma non fu mai confermata dall’elettore che non ha mai inteso rilasciare dichiarazioni sul punto e che, coinvolto nell’ambito dello stesso procedimento, preferì chiudere la questione chiedendo la messa alla prova.

E’ sull’assenza di prove che si è concentrata la tesi difensiva, sostenuta dagli avvocati Luigi Corvaglia e Francesco Galluccio Mezio e a favore della quale, a dibattimento, ha giocato la testimonianza del titolare della ditta presso la quale l’assunzione sarebbe dovuta diventare da tempo determinato a tempo pieno.

Questi ha infatti affermato di non aver mai ricevuto pressioni da parte di Bleve.   

LeccePrima è anche su Whatsapp. Seguici sul nostro canale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voti in cambio dell’assunzione a tempo indeterminato: assolto il sindaco di Santa Cesarea Terme

LeccePrima è in caricamento