Cronaca

"Vuole pubblicare foto intime": denuncia il suo ex per la quarta volta

Un uomo risponde di stalking. Già colpito dal divieto di avvicinamento alla vittima, ha anche minacciato azioni legali verso i poliziotti. Stava suonando con insistenza il campanello di casa della donna

LECCE – Ha sostenuto fino in fondo la sua tesi. Si sentiva autorizzato a citofonare al campanello della sua ex compagna. A suo dire, qualcuno gli avrebbe riferito che la donna aveva da poco presentato un atto di revoca della precedente denuncia. Tanto che sarebbe arrivato ad avvertire di possibili azioni legali nei confronti dei poliziotti che proprio la donna aveva chiamato, affinché allontanassero l’importuno dalle vicinanze della sua abitazione.  

Il fatto risale a ieri pomeriggio. Una donna di mezza età ha telefonato al 113 chiedendo aiuto. Il suo ex, già denunciato tre volte in passato, stava suonando con inistenza al campanello. Va detto che dal marzo scorso penderebbe su di lui, peraltro, un divieto di avvicinamento alla donna e ai luoghi da lei frequentati.

In pochi istanti una volante è arrivata sul posto. L’ex compagno era sempre lì. Stava ancora pigiando sul campanello. I poliziotti l’hanno identificato e hanno svolto qualche verifica. Stando a quanto in mano in questura, a suo carico la misura cautelare del divieto di avvicinamento sarebbe ancora in atto e regolarmente notificata.

La vittima, per la vicenda, ha dunque sporto una nuovo denuncia. E fanno quattro. Narrando questa volta un fatto anche piuttosto grave. Ha riferito alla polizia, infatti, che il suo ex, per costringerla a tornare con lui, avrebbe anche usato come spauracchio la minaccia di pubblicare foto intime. E con l’ampia diffusione dei social, si sa, basta davvero poco per demolire la reputazione di qualcuno. Per l’uomo è scattata una nuova denuncia per stalking, nonostante abbia continuato a oltranza a ritenere perfettamente lecita la sua condotta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Vuole pubblicare foto intime": denuncia il suo ex per la quarta volta

LeccePrima è in caricamento