Cronaca

Week-end di furti, torna in giro la banda dell'Audi A6

Ladri scatenati nella notte tra Maglie e Surano. Topi d'appartamento da una parte, "bande del rame" dall'altra, due colpi messi a segno tra sabato e domenica ed un altro paio tentati, ma falliti

cc_maglie-2

MAGLIE - Ladri scatenati nella notte tra Maglie e Surano. Topi d'appartamento da una parte, ladri di rame dall'altra, due colpi messi a segno nella notte tra sabato e domenica in altrettante circostanze diverse.

A Maglie è ritornata la banda dell'Audi A6, con tanto di fari allo Xeno, che è stata notata circolare nel cittadina allarmando istituti di vigilanza e i carabinieri della compagnia locale. Ed infatti il primo colpo i ladri lo hanno tentato proprio nella cittadina, ai danni di un'abitazione, ma per qualche motivo a loro è andata male.

I balordi però non si sono arresi al primo tentivo fallito, e così si sono diretti fuori città, nella frazione di Morigino, per provarci ancora. Questa volta hanno preso di mira una villa. Ed anche in questa circostanza i ladri sono stati costretti a darsi alla fuga: lì è scattato il sistema di allarme che ha rivelato la presenza di estranei.

Due colpi falliti, il terzo tentativo no. La banda è ritornata a Maglie per introdursi in una villa che evidentemente i ladri aveva già adocchiato, sapendo che a quell'ora non avrebbero trovato nessuno in casa. Dopo avere forzato l'ingresso si sono introdotti nell'abitazione, riuscendo poi a rubare preziosi per 6mila euro.

A Surano invece i ladri sono andati certi di potere agire indisturbati. E così è stato, dato che la ditta specializzata nel recupero, acquisto e smaltimento di rottami metallici, ferrosi e materiale elettrico sorge nella zona industriale di Surano, sulla "275", la "Roberto Romano". La ruberia ha fruttato ai ladri qualcosa come 10mila euro.

A tanto ammonterebbe il danno quantificato dai carabinieri della stazione locale, su indicazione dello stesso titolare, 56enne di Montesano Salentino che, dopo essersi accorto del furto, non ha potuto fare altro che denunciare quanto accaduto ai militari.


I ladri si sono introdotti nell'azienda forzando il portone d'ingresso, forse per rubare principalmente utensili da lavoro. Poi, giacché c'erano, hanno pensato di portarsi via circa 10 quintali di rame macinato, quindi grezzo e ancora da ripulire, utensili da lavoro, 10 bidoni di grasso Total per un totale 25 chilogrammi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Week-end di furti, torna in giro la banda dell'Audi A6

LeccePrima è in caricamento