Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Monteroni di Lecce

XXIV edizione la rassegna regionale di arte sacra

E' giunta alla XXIV edizione la rassegna regionale di arte sacra "Pro Arte Pro Deo", aperta sino al 14 agosto nel cappellone della Chiesa Matrice di Monteroni

MONTERONI - E' giunta alla XXIV edizione la rassegna regionale di arte sacra "Pro Arte Pro Deo", aperta sino al 14 agosto nel cappellone della Chiesa Matrice di Monteroni, con un'originale proposta di esperienze di scultura e pittura contemporanea e un interessante itinerario musicale.

Sono stati invitati due noti artisti del panorama artistico - culturale Raffaele Spada e Pietro Palmisano. L'individuazione degli maestri espositori è frutto di un'attenta valutazione svolta dal Comitato iniziative culturali, in stretta collaborazione con il responsabile scientifico Lucio Galante, Massimiliano Cesari e di Letizia Molfetta, docenti dell'Università del Salento, curatori dei testi critici del catalogo.

La Mostra, voluta dall'arciprete Adolfo Putignano e sostenuta dal Comune di Monteroni, dalla Provincia e dalla Regione, ed è stata aperta da dall'arcivescovo metropolita Domenico D'Ambrosio, che nel discorso inaugurale ha confermato la sua viva attenzione per l'Arte, "che ci è stata consegnata dalla storia ecclesiale e civile e che oggi ha bisogno di camminare con noi e di esprimere la cultura del Bello, sempre avvincente e attuale".

Il comitato, presieduto da Gialma Carlà, ripropone pure, con la collaborazione degli esperti Giulio Caprioli e Giuseppe Mancarella, del "Comitato Tesori da salvare", la valorizzazione di un significativo elemento dell'antico patrimonio comunitario con la possibilità di ammirare un dipinto ad olio su tela a trama fitta raffigurante Santa Teresa d'Avila in preghiera.

La committente di tale opera, ascrivibile alla prima metà del seolo XVIII e collocata nella navata destra della Chiesa Matrice di Monteroni, fu la duchessa Maria Teresa Caffarelli, figlia di Alessandro Maria, marchese di Torano e moglie del barone Antonio Lopez y Royo.


Quest'anno innovativa sperimentazione musicale, progettata e realizzata dal maestro Antonio Martino, è stata affidata alle musiche del compositore Biagio Putignano con l'importante patrocinio dell'International Society for Contemporary Music. Interessante l'elegante e accurato catalogo, curato dalle Edizioni Esperidi nell'intento di promuovere la Rassegna in diversi ambienti culturali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

XXIV edizione la rassegna regionale di arte sacra

LeccePrima è in caricamento