Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Zuffa sul biglietto vincente e lo requisisce la polizia

Due operai raggiungono una ricevitoria. Vincono e chi aveva anticipato i soldi rivendica i diritti sui 10mila euro. Scatta la lite e il biglietto viene requisito dalla polizia, chiamata dal titolare

Entrano in una tabaccheria per acquistare un biglietto della fortuna e tentare di essere baciati dalla Dea Bendata ma finiscono ai ferri corti, con tanto di furibonda lite che ha richiesto l'intervento dei poliziotti delle volanti. Il singolare episodio si è verificato nella prima mattinata di oggi a Lecce in una ricevitoria nei pressi del Tribunale di viale De Pietro. Protagonisti due giovani operai di una ditta che, approfittando di una breve pausa dal posto di lavoro, hanno voluto soddisfare la smania del sogno di una vincita corposa.

E i due lavoratori si erano anche accordati: "Anticipa i soldi del gratta e vinci" avrebbe riferito l'uno all'altro pattuendo senza rogne la cifra da investire e sull'eventuale vincita da dividere. I problemi sono subentrati quando dopo aver grattato sulla velina del biglietto è comparsa la combinazione vincente da 10mila euro. Chi aveva anticipato i soldi, fiutando il colpo, avrebbe rivendicato i diritti: "Il biglietto l'ho pagato io" avrebbe riferito lo scommettitore al collega di lavoro. E nella ricevitoria, in un battibaleno, è scoppiato il parapiglia. I due operai hanno accantonato stima e affetto reciproco per un tam-tam di offese e insulti che si sono susseguiti all'interno del locale. Il titolare, inerme davanti a quell'inatteso spettacolo, ha chiesto l'intervento dei poliziotti.


Gli agenti delle volanti hanno cercato di far ragionare i due contendenti, invano. Alla fine sono stati costretti ad acquisire il biglietto vincente in attesa che i due lavoratori si schiariscano le idee. In giornata sono stati ascoltati negli uffici di viale Otranto. Ovviamente i due hanno fornito la propria versione che non avrebbe punti di accordo. Gli operai non rischiano nessuna denuncia penale. Sarà ora un organo super-partes, la magistratura a decidere le sorti del gratta e vinci e in quali mani dovrà finire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zuffa sul biglietto vincente e lo requisisce la polizia

LeccePrima è in caricamento