Economia Piazza Sant'Oronzo

Fiera dei Pupi, oltre cento artigiani espongono la Natività

L'inaugurazione della fiera, che resterà aperta fino al 26 dicembre, si è tenuta questa mattina mentre centinaia di visitatori erano già intenti a curiosare tra le bancarelle. Il taglio del nastro al sindaco di Lecce Perrone

 

LECCE – Alla fine vai per i tunnel tensostatici. L’intenzione dell’amministrazione comunale sarebbe stata un’altra, in realtà, quella di ospitare la tradizionale Fiera di Santa Lucia, la mostra di presepi e pastori con i suoi 119 espositori, nei chioschi di legno, sempre in piazza Sant’Oronzo. Ma proprio gli artigiani hanno ritenuto che quei box, se pur caratteristici e sicuramente di miglior impatto visivo rispetto ai teli bianchi plastificati, avrebbero penalizzato i prodotti, essendo quelle strutture di dimensioni modeste. E allora meglio la soluzione delle due grandi tensostrutture, con quattro ingressi, posizionate sull’ovale della piazza.

L’inaugurazione della Fiera di Santa Lucia, che resterà aperta fino al 26 dicembre, si è tenuta questa mattina, intorno alle 12, mentre centinaia di visitatori erano già intenti a curiosare tra le bancarelle. Il taglio del nastro è spettato al sindaco di Lecce Paolo Perrone, giunto in piazza accompagnato dagli assessori Massimo Alfarano (Turismo) e Luigi Coclite (Attività produttive). 

“L’inaugurazione della Fiera dei Pupi – ha detto Alfarano - è qualcosa che va oltre la promozione della città e delle sue eccellenze, e si incardina piuttosto nella riproposizione storica delle tradizioni più autentiche di Lecce e del Salento, quando l’allestimento di un presepe, con i suoi pupi di terracotta e cartapesta, era motivo di festa per le famiglie, oltre che importante appuntamento con l’inizio dei riti religiosi prenatalizi. Oggi non possiamo disconoscere, tuttavia, l’impatto turistico dell’iniziativa – ha proseguito - poiché è innegabile che da ogni parte dell’Italia, della Puglia e della provincia siano in tanti, tantissimi, a scegliere di raggiungere Lecce in occasione di questa fiera per tornare a casa con qualche nuovo personaggio che arricchisca il presepe”.

Più gradita dal pubblico, questo almeno quello che si è percepito dai primi commenti a caldo, la scelta dell’amministrazione comunale di organizzare l’evento in piazza.  Lo scorso anno, infatti, la fiera si tenne nei locali ex Upim di via dei Templari ma quella location non fu molto gradita. “Abbiamo scelto piazza Sant’Oronzo come location per l’evento che pone al centro la maestria dei nostri artigiani – aggiunge Alfarono- E conclude: “Al netto di qualche sterile polemica, credo che non si potesse individuare posto migliore, accanto al magnifico e suggestivo presepe che si sta allestendo nell’anfiteatro romano, per tributare il giusto risalto ad un’iniziativa che appartiene alla storia di Lecce. Senza dimenticare poi l’importante risvolto sociale della manifestazione, poiché, come ogni anno, saranno tante le scolaresche salentine che si recheranno a visitare la mostra che diventerà così anche percorso narrativo rivolto alle giovani generazioni, per non far dimenticare l’importanza e il valore della tradizione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera dei Pupi, oltre cento artigiani espongono la Natività

LeccePrima è in caricamento