Venerdì, 18 Giugno 2021
Economia

Estimi catastali: Agt non si dà per vinta e scatena l’offensiva degli appelli

Si riapre un fronte caldo in ambito tributario: l'Agenzia del territorio ricorre alla commissione regionale contro le sentenze di primo grado che annullarono la revisione del classamento degli immobili, con grande sollievo dei proprietari

LECCE – Controffensiva su larga scala dall’Agenzia del territorio (ora confluita in quella delle entrate). Sconfitta nel primo round della vicenda degli estimi catastali, sia in sede tributaria che dinanzi ai giudici del Tar di Lecce, l’amministrazione finanziaria sta rispondendo con la presentazione di una valanga di appelli dinanzi alla commissione tributaria regionale, dopo aver presentato ricorso al Consiglio di Stato.

Nei giorni scorsi, informa lo Sportello dei diritti, sono stati notificati in blocco gli atti contro i 26 proprietari di immobili che avevano deciso di inoltrare un ricorso collettivo, creando in quel modo un precedente molto importante a livello nazionale.

“Ancora una volta – commenta Giovanni D’Agata -, si palesa l’ostinazione dell’ente a voler procedere con il rischio di pesanti condanne alle spese in caso di soccombenza nei giudizi di appello perché in tale sede, ci costituiremo, sempre con l’assistenza del tributarista avvocato Maurizio Villani, proponendo domanda riconvenzionale nei confronti dell’amministrazione finanziaria, per chiedere anche la condanna alle spese di lite, con ulteriori aggravi che andranno comunque a pesare su tutta la collettività”.

La seconda parte della battaglia contro il riclassamento catastale della maggior parte degli immobili presenti nel territorio comunale di Lecce comporterà inevitabilmente un costo per i contribuenti che dovranno sostenere l’anticipo delle spese. D’Agata ne ha poi anche per l’amministrazione comunale che prima aveva dato l’input all’agenzia di procedere alla revisione, salvo poi sconfessarla quando si era scatenata la sollevazione dei cittadini: “Sorprende, però che in tutto questo, sembra che la faccia franca il Comune di Lecce, in egual modo colpevole di aver avviato un procedimento per un’operazione amministrativa che tanto sta costando ai cittadini leccesi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estimi catastali: Agt non si dà per vinta e scatena l’offensiva degli appelli

LeccePrima è in caricamento