Giovedì, 23 Settembre 2021
Economia Otranto

Agricoltura: firmato il protocollo per il "Gal"

Nel Castello di Otranto, approvato un protocollo di intesa fra enti pubblici e privati per la presentazione di un Gruppo di azione locale: in ballo finanziamenti regionali a favore dell'agricoltura

La firma del protocollo con il sindaco di Otranto Cariddi

Approvato stamattina ad Otranto il Documento strategico territoriale, con conseguente firma del Protocollo di intesa, presso il Castello aragonese di Otranto, da parte del comitato promotore dell'iniziativa Leader in Terra d'Otranto, per la costituzione di un Gal, gruppo di azione locale, e la richiesta, tramite bando regionale, di finanziamenti da reinvestire sul territorio, in particolar modo nel mondo delle produzioni agricole. La riunione è stata convocata dal comitato promotore, a causa dell'imminente scadenza del bando regionale, pubblicato lo scorso 23 ottobre.

Il comitato promotore dell'iniziativa Leader in Terra d'Otranto è composto dai comuni di Otranto (capofila), Andrano, Bagnolo del Salento, Botrugno, Cannole, Castro, Diso, Giuggianello, Giurdignano, Maglie, Melendugno, Minervino di Lecce, Muro Leccese, Ortelle, Palmariggi, San Cassiano, Sanarica, Santa Cesarea Terme, Scorrano, Spongano, Supersano, Surano, Uggiano la Chiesa, insieme ad altre realtà come l'Università del Salento, l'Aprol, la Coldiretti Lecce, la Copagri Lecce, la Confagricoltura Lecce, la Cia Lecce, la Confartigianato, Legambiente, il Consorzio di bonifica Ugento-Li Foggi, l'Azienda promozione turistica di Lecce, la Banca popolare pugliese, la Camera di commercio I.a.a. Lecce, il Consorzio Ato Le/2 e il Consorzio Puglia Doc.


Qualche mese fa, era stata già avviata una fase di concertazione con tutti gli operatori interessati, finalizzata a costituire il partnerariato pubblico-privato e a definire la strategia di sviluppo locale necessaria alla partecipazione all'iniziativa Leader, collocata nell'ambito del Programma di sviluppo rurale della Regione Puglia, e che, ora, con la firma del protocollo chiude una fase, comunque "propedeutica alla candidatura", come spiegato dal sindaco di Otranto, Luciano Cariddi: "È il risultato del lavoro finale - prosegue - effettuato in questi mesi da parte del partenariato pubblico e privato, che si candida quindi ai fondi del programma leader con una propria proposta di Gal. Riteniamo un'occasione importante la possibilità di essere premiati con il riconoscimento dei finanziamenti richiesti da parte della Regione in quanto consentiranno, in un momento difficile per l'economia quale quello che stiamo vivendo, di attivare utili investimenti per il territorio sia da parte del pubblico che dalle aziende private. Siamo convinti - ha concluso - di aver costruito una proposta di interventi in grado di rispondere alle esigenze dimostrate dal territorio, con particolare riferimento al mondo rurale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura: firmato il protocollo per il "Gal"

LeccePrima è in caricamento