Domenica, 13 Giugno 2021
Economia

Amati chiede ai sindaci di lavorare in sinergia per il bene delle coste

La risposta che arriva nell'incontro di ieri in provincia da parte dell'assessore regionale è quello di mettere via ogni ricerca del "consenso elettorale facile", per cercare assieme soluzioni per il territorio, partendo dal piano coste

LECCE – Un patto per il Salento e le sue spiagge. Il senso dell’incontro che si è tenuto, ieri pomeriggio, nella sede della Provincia di Lecce, con l’assessore regionale, Fabiano Amati, è stato questo: da una parte, i comuni che chiedono di non essere lasciati soli, mentre da Viale Capruzzi, la risposta è quella di adottare il piano coste.

Per Amati, tutti gli interventi di natura pubblica o privata per attutire il rischio erosivo dovranno risultare orientati alla massima coerenza con le linee guida del Piano regionale delle coste. Inoltre, l’assessore ha chiesto ai presenti di “sacrificare” il consenso elettorale “facile” per interventi concreti e condivisi.

Gli operatori balneari presenti hanno chiesto al rappresentante della Regione Puglia di semplificare l’iter amministrativo relativo anche alle concessioni demaniali, affinché quest’ultime non siano revocate a causa dell’erosione, che è stata causa di danneggiamento anche per gli stessi imprenditori di categoria. Amati ha promesso loro una convocazione entro la fine del mese a Bari, per discutere in un nuovo tavolo della questione. Restano, comunque, sia alta la preoccupazione delle associazioni balneari sulla materia, anche alla luce della discussione del decreto legge nazionale sulle liberalizzazioni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amati chiede ai sindaci di lavorare in sinergia per il bene delle coste

LeccePrima è in caricamento