Economia

Boom del turismo: Otranto attiva il polo per formare il personale

Siglato un protocollo con Ascla, Csl Puglia, Lb Factory srl. I corsi gratuiti serviranno a colmare il vuoto di professionisti (camerieri, chef, barman e receptionist) lamentato dalle strutture turistiche già colpite dalla pandemia

Foto di repertorio: Otranto

OTRANTO – Il trend degli arrivi dei turisti, in Puglia, è in ascesa. Nel periodo tra giugno e settembre del 2020, infatti, gli esperti stimano oltre 23 milioni di presenze in più, rispetto all'anno scorso. Conti alla mano, le previsioni parlano di quasi 2 milioni di arrivi e oltre 10 milioni di presenze.

Numeri da capogiro, quindi, quelli elaborati da Demoskopika in collaborazione con l'Università del Sannio, che dimostrano come la nostra regione mantenga la sua posizione di previlegio tra le mete italiane più gettonate. Per offrire un'adeguata accoglienza, garantendo servizi di qualità in grado di soddisfare tutte le aspettative, servono però persone qualificate. E adeguatamente formate.

Con questo obiettivo il Comune di Otranto ha siglato un protocollo d'intesa con Ascla, Csl Puglia, Lb Factory srl che porterà alla creazione di un polo formativo per i servizi turistici.

Il polo sarà necessario per colmare il vuoto del personale qualificato che lamentano le strutture turistiche, tra le più colpite dalla pandemia. Questa carenza, in alcuni settori, si notava già prima della pandemia ma, in questa fase di ripresa, sembra essersi acuita.

Il problema risulta quindi trasversale e profondo e tocca tutto il comparto: mancano camerieri, barman, chef, cuochi e receptionist preparati e qualificati. A partire dal prossimo inverno, quindi, l’attivazione di un polo formativo consentirà la formazione e specializzazione di professionisti del settore, in stretta collaborazione con tutte le aziende del territorio.

“Riteniamo fondamentale, per lo sviluppo della città, migliorare l’offerta di servizi turistici, di ristorazione e del comparto delle produzioni agroalimentari – ha detto il sindaco, Pierpaolo Cariddi -. Attiveremo un programma di azioni per il sostegno e la valorizzazione del settore turistico del territorio, migliorando la qualità dei servizi d'impresa attraverso il contestuale miglioramento del loro capitale umano. Grazie a questo protocollo d’intesa e alla collaborazione con aziende esperte e accreditate, potremo attivare dei corsi di specializzazione gratuiti”.

I partner del progetto

Ascla (Associazione scuole e lavoro) è un’agenzia di formazione riconosciuta e accreditata per l'erogazione di servizi tecnici di orientamento e formazione multi-livello. In questo progetto individuerà e proporrà tutti gli strumenti operativi adeguati allo sviluppo delle tematiche oggetto del protocollo.

La Csl Puglia, ente accreditato per l’erogazione di servizi per il lavoro, si impegnerà a fornire assistenza nell'ambito delle attività di orientamento professionale, accompagnamento e inserimento nel mondo del lavoro .

Lb Factory srl, operatore economico del nostro territorio nell'ambito della ristorazione, creerà le basi per individuare collaborazioni esterne utili a tale progetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom del turismo: Otranto attiva il polo per formare il personale

LeccePrima è in caricamento