Economia

Cambia il mercato delle seconde case

Un tempo molte famiglie optavano per l’acquisto di una seconda casa in un luogo di villeggiatura, in cui trascorrere le vacanze con la propria famiglia. Oggi questo approccio sta cambiando: chi sceglie di acquistare un secondo immobile lo fa per investire e metterlo a reddito, nelle località più gettonate dal turismo. Ma si tratta di un mercato in declino, soprattutto per i costi che per una seconda casa arrivano a essere più alti del doppio rispetto alla residenza principale

A fronte di una sempre più decisa ripresa del mercato immobiliare italiano, si riduce l’incidenza degli acquisti di seconde case sul totale delle compravendite. Se un tempo erano molte le famiglie che decidevano di comprare una seconda abitazione, soprattutto nei luoghi di villeggiatura come Lecce (link per cercare casa a Lecce), oggi l’approccio all’acquisto è cambiato e lo si considera più spesso un investimento. Ma non tutti possono permetterselo, anche perché prima di comprare una seconda casa va tenuto conto non solo del prezzo dell’immobile, ma anche delle spese legate a tasse e bollette, più alte rispetto alla residenza principale. Per fare un esempio su tutti, i costi per l’elettricità vengono maggiorati con un’aliquota più elevata per la seconda casa.

Recenti indagini hanno dimostrato che una seconda casa costa circa il doppio rispetto alla prima, dichiarata come residenza. Riflettendo sul tema, Carlo Giordano, Amministratore Delegato di Immobiliare.it, racconta come sia cambiato, al di là dei costi, l’approccio degli italiani verso l’idea di una seconda casa. Ci si sposta dai propri luoghi del cuore, come la montagna o il mare, in cui si comprava una casa per le vacanze della propria famiglia, e chi intende investire lo fa nelle località più gettonate dal turismo, laddove si può mettere a reddito l’immobile in maniera più proficua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cambia il mercato delle seconde case

LeccePrima è in caricamento