rotate-mobile
Economia Sannicola

No alla chiusura poste di San Simone, per la raccolta firme si adopera anche il parroco

Il Comitato dei cittadini della frazione di Sannicola ha dato il via alla sottoscrizione di una petizione per dire "no" alla chiusura dello sportello. Secondo un avviso affisso all'esterno dell'ufficio, prevista per il mese di aprile

SAN SIMONE (Sannicola) – Il “no” alla chiusura dell’ufficio postale di San Simone, la frazione di Sannicola, arriva persino dalla parrocchia. I cittadini del borgo hanno appreso del provvedimento, previsto per il mese di aprile, da un foglio affisso sulla porta dello sportello. E hanno impiegato poco tempo e una paio di telefonate per mettersi d’accordo.

Così, il Comitato cittadini di San Simone, assieme alla Parrocchia di San Biagio, hanno divulgato una nota per urlare il dissenso contro il taglio del servizio. In una comunità, peraltro, costituita in prevalenza da anziani. L’apprensione va soprattutto a questi ultimi: sprovvisti di mezzi di locazione, si è chiede il Comitato, come faranno a riscuotere la pensione? “Non si può considerarli cittadini di serie C, è irragionevole e fantascientifico pensare che gli ottantenni ricorrano ai servizi online”. IMG_1699-2

I cittadini in protesta hanno anche posto l’accento sul fatto che l’ufficio di San Simone sia utilizzato anche per “smaltire” il carico sugli altri uffici della zona, come quelli di Sannicola, Tuglie e Alezio. La raccolta firme è già partita, per raccogliere tutte le sottoscrizioni da parte dei titolari dei conti correnti e conti deposito presso Poste italiane. Ma il Comitato confida, intanto, sia nel ripensamento della società italiana, sia nell’intervento urgente dei politici locali.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No alla chiusura poste di San Simone, per la raccolta firme si adopera anche il parroco

LeccePrima è in caricamento