Economia

Cinquecento atti di pignoramento ai cittadini per le rate insolute della Tarsu

A Sannicola, diversi residenti si sono visti pignorare la propria pensione o congelare il conto corrente bancario: all’origine una rata insoluta per la gestione rifiuti. Tony Ingrosso (Io Sud): “Situazione inaccettabile”

SANNICOLA – Cinquecento atti di pignoramento ai danni dei cittadini per alcune rate insolute della Tarsu: accade a Sannicola a diversi residenti, in quello che sta diventando un piccolo “caso” su cui pone la lente di ingrandimento Tony Ingrosso, dirigente provinciale di Io Sud.

Come racconta quest’ultimo, un buon numero di cittadini si è visti pignorare la propria pensione accredita sul personale conto di risparmio o il congelamento sul conto corrente bancario: “Questo – spiega - per non avere avuto la possibilità, causa le gravi ristrettezze della crisi economica, di pagare alcune rate della bolletta sulla spazzatura. Oltre il danno però, anche la beffa: l’avvocato della ditta incaricata alla riscossione per conto del Comune di Sannicola, come si evince dai documenti in nostro possesso, pretende ingenti somme di indennizzo per le spese legali”.

“Accade così – prosegue Ingrosso - che per una rata insoluta di 76 euro (oltre 38 euro per spese e competenze), al cittadino contribuente sia stato intimato un esborso di 114 euro, oltre 400 euro per ulteriori spese legali, per un totale di 514 euro”.

Ingrosso sottolinea come sia doveroso che l’amministrazione comunale intervenga tempestivamente, accertandosi sulle procedure di recupero dell’ufficio legale Cerin, e soprattutto, “vista la gravissima situazione economica generale che vede coinvolte tutte le famiglie, autorizzi la Cerin a predisporre una nuova rateizzazione delle bollette insolute non ancora interessate a procedura di recupero”.

“Ad oggi – conclude -, nonostante la sollecitazione di numerosi cittadini, ci  risulta che lo sportello Cerin di Sannicola, non accetti tali istanze”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinquecento atti di pignoramento ai cittadini per le rate insolute della Tarsu

LeccePrima è in caricamento