menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confindustria: "Il raddoppio su tutta la 275"

Secondo la Confederazione degli industriali i lavori dovrebbero interessare il completamento della Maglie-Santa Maria di Leuca. Inopportuno destinare una parte di fondi per la Maglie-Otranto

"L'intesa tra la Regione Puglia e il Ministero dei Trasporti per il finanziamento delle infrastrutture regionali, ha registrato una forte concentrazione degli investimenti sul nodo barese, con una pesante penalizzazione delle altre aree, ed, in particolare, di quella salentina". Ma Confindustria di Lecce ha espresso anche le proprie perplessità in merito alla volontà della Provincia di Lecce di contribuire alla realizzazione per il raddoppio della 275, la Maglie-Santa Maria di Leuca, fino all'altezza di Montesano, destinando così quella parte di fondi che avrebbe garantito il completamento dell'opera sul raddoppio invece della Maglie - Otranto.

E così Confindustria Lecce ha inviato una lettera al presidente della Provincia Giovanni Pellegrino e per conoscenza al ministro Antonio Di Pietro, al presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola e all'assessore ai Trasporti Mario Loizzo, nella quale sostiene quanto mai sia necessario riaffermare l'obiettivo strategico della completa realizzazione del raddoppio della 275 tra Maglie e Santa Maria di Leuca, non solo ai fini dello sviluppo turistico, ma anche produttivo e commerciale, considerata la forte valenza degli insediamenti manifatturieri esistenti nel Salento Meridionale.

Il presidente della Confederazione degli industriali salenti Piero Montinari ha perciò sottolineato "l'opportunità di intraprendere tutti i passaggi nei confronti delle comunità locali interessate, ma anche delle associazioni ambientaliste, al fine di individuare le soluzioni condivise più appropriate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento