Giovedì, 17 Giugno 2021
Economia

Ex Bat, ennesimo rinvio al ministero. Il disappunto dei sindacati

Le organizzazioni sindacali comunicano che l’incontro di verifica è stato posticipato al 17 marzo: “Esprimiamo preoccupazione per le 200 famiglie che rimangono senza certezze riguardo al proprio futuro. Ci auguriamo che il prossimo incontro sia quello risolutivo”

LECCE – Nulla si sblocca nell’annosa vertenza dell’ex manifattura tabacchi di Lecce. I cosiddetti “viaggi della speranza” a Roma non sono ancora terminati e subiscono continui rinvii. L’ultimo, quello di verifica ministeriale del percorso di riconversione della ex Bat, calendarizzato per il 9 marzo e posticipato al 17 marzo. Lo rendono noto, con totale disappunto, le organizzazioni sindacali provinciali Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil, insieme a Cgil, Cisl e Uil Lecce.

“Siamo profondamente preoccupati per la sorte di oltre 200 famiglie del territorio salentino che, ad oggi, dopo tre anni, non hanno ancora nessuna certezza sul proprio futuro lavorativo – scrivono in una nota stampa le parti sociali -. Il ministero dello Sviluppo economico dovrebbe responsabilmente assumere il suo ruolo di garante per non alimentare ulteriormente le tensioni sociali che già affliggono questo territorio”.

“Il prossimo 17 marzo ci auguriamo che l’incontro di verifica ministeriale, non solo si faccia, ma sia risolutivo individuando progetti e piani industriali che diano risposte concrete ai lavoratori e al territorio salentino”, concludono i sindacati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Bat, ennesimo rinvio al ministero. Il disappunto dei sindacati

LeccePrima è in caricamento