Giovedì, 28 Ottobre 2021
Economia

Manutenzione delle coste, i balneari: "Un'occasione dagli investimenti di Tap"

Il presidente di Federbalneari Salento, Mauro Della Valle, ha chiesto una progettazione condivisa degli interventi compensativi legati alla realizzazione del gasdotto. La società ha ribadito di essere già al lavoro con istituzioni scientifiche ed enti

LECCE – Una progettazione partecipata per le iniziative di Tap a sostegno dell’economia del territorio. Lo ha chiesto Mauro Della Valle, presidente di Federbalneari Salento, alla società che entro la prossima estate dovrebbe inaugurare il cantiere per la costruzione del gasdotto con approdo a San Foca.

Si tratta di un’opera molto discussa, contro la quale si è schierata in primis l’amministrazione comunale di Melendugno, la più direttamente interessata dalla realizzazione. Ma la procedura autorizzativa si è conclusa positivamente con l’intervento decisivo del governo, che ritiene il gasdotto di importanza strategica.

Torna così d’attualità il tema delle compensazioni. “Per un settore esposto pesantemente all’erosione costiera, fenomeno non sempre solo ‘naturale’, ma che subisce anche le conseguenze di una antica mancanza di cura per il territorio costiero, i possibili futuri investimenti sociali di Tap possono essere un’occasione per realizzare progetti di manutenzione a lunga scadenza, che puntino al ripascimento delle spiagge, al razionale riutilizzo dei residui di Posidonia, alla riqualificazione dei percorsi costieri”.

La questione degli interventi ristorativi era stata posta già nel 2013 da colui che fino a giugno è stato il country manager di Tap, Giampaolo Russo, ma le reazioni non erano state delle migliori perché in quella prima proposta – per un impegno di almeno 5 milioni di euro – si colse un tentativo di acquisizione del consenso ad un’opera comunque fortemente contestata.

La società ha risposto a Della Valle di voler essere protagonista nella vita del territorio salentino e ha illustrato alcuni progetti di salvaguardia ambientale che sono allo studio già da tempo in collaborazione con istituzioni scientifiche e operatori economici del territorio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manutenzione delle coste, i balneari: "Un'occasione dagli investimenti di Tap"

LeccePrima è in caricamento