menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
@TM News/Infophoto

@TM News/Infophoto

Chiusura degli uffici postali nelle frazioni, class action dietro l’angolo

La minaccia Federconsumatori che ha interessato della decisione di Poste italiane anche il prefetto, Giuliana Perrotta. Si teme un particolare disagio per i residenti di Frigole e Villa Convento, soprattutto per i pensionati

LECCE – Contro la chiusura degli uffici postali, si pensa anche ad una class-action. Prosegue infatti la mobilitazione in difesa degli uffici postali di Frigole e Villa Convento, destinati a chiudere in base al piano di riordino delle sede periferiche di Poste italiane. Mentre il consigliere comunale del Pdl, Giuseppe Ripa, ha depositato una mozione urgente rivolta al presidente dell’assise cittadina, Alfredo Pagliaro, oggi prende posizione anche l’associazione Federconsumo, attraverso una nota della responsabile provinciale, Roberta De Donno.

Diverse le perplessità in merito alla decisione del gestore: dal rispetto del principio che riconosce nel servizio postale un diritto universale, a tutte quelle problematiche che subentrerebbero, nella pratica, per tutti coloro che si avvalgono degli uffici in questione: un esempio, su tutti, i pensionati che risiedono nelle due frazioni.

Per scongiurare la chiusura, Federconsumatori si è rivolta anche al prefetto di Lecce, Giuliana Perrotta, oltre che al sindaco, Paolo Perrone, e al presidente della Provincia, Antonio Gabellone. Le istituzioni, insomma, sono state tutte richiamate a sollecitare alla direzione provinciale di Poste italiane un ripensamento. Altrimenti, il rischio è di ritrovarsi in sede di procedimento civile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento