Martedì, 27 Luglio 2021
Economia

Fiera di Galatina a rischio chiusura. Interrogazione di Antonio Buccoliero

Il consigliere regionale chiede alla Regione Puglia di intervenire con azioni mirate per salvare la realtà commerciale strategica per il Salento e controllarne la futura gestione, prevenendo il pericolo di nuovi conti in rosso

Antonio Buccoliero (foto LeccePrima, tutti i diritti riservati)

GALATINA - Intervenire con azioni mirate per salvare la Fiera di Galatina e del Salento dal rischio chiusura e programmare degli strumenti ad hoc, che possano controllare “da vicino” la gestione delle finanze dell'ente, segnalando per tempo, prima che la situazione sfugga di mano, i conti in rosso.

Sono questi i punti cruciali dell'interrogazione urgente a risposta scritta che il consigliere della Regione Puglia e presidente di “Moderati e Popolari”, Antonio Buccoliero, ha inviato all'assessore regionale allo Sviluppo economico per scongiurare la chiusura di un ente che, dal 1949 ad oggi, ha contribuito alla crescita economica e commerciale del Salento, promuovendone le eccellenze e le innovazioni.

“Assistere impotenti alla chiusura della Fiera di Galatina – ha dichiarato Buccoliero – significa rassegnarsi alla morte di un commercio, che, pur tra mille difficoltà, sta dimostrando di essere vitale e in grado di uscire dal tunnel della crisi. È importante, però, che ci sia il pronto sostegno delle istituzioni e la voglia di lottare e di resistere dei privati”. Un impegno, però, che dovrebbe essere anche quello della Regione Puglia.

Scrive, infatti, Buccoliero nella sua interrogazione: “Premesso che la Fiera di Galatina e del Salento, nata nel 1949 come mostra mercato e unico contenitore fieristico del Salento, ha sempre rappresentato un punto di riferimento importante nell'ambito del commercio salentino; negli ultimi anni, ha dovuto fare fronte a difficili situazioni debitorie pregresse, che hanno fortemente inciso sulla liquidità dell'ente, determinando una perdita d'esercizio 2011 che, secondo i dati ufficiali, si aggira sui 600mila euro”.

Stando alla ricostruzione del collegio sindacale della fiera, la Camera di commercio dovrebbe versare all’ente circa 60mila euro, mentre il Comune di Galatina una somma di 75 mila euro (dal 2007 al 2009), la Provincia qualcosa come 3 mila euro, mentre la Regione Puglia dovrebbe versare circa 150 mila euro per i contributi dal 2007 al 2009: “E' di queste ore – precisa Buccoliero - la notizia delle dimissioni dell'intero consiglio d'amministrazione, guidato dal presidente Giovanni Scognamillo”.

Per questo, l’interrogante si rivolge all’assessore allo Sviluppo Economico per sapere “se trovi piena conferma questa grave situazione economica della Fiera di Galatina e del Salento” e “se non sia il caso, in base ai rispettivi poteri e alle rispettive competenze, di attivarsi per versare al suddetto Ente la somma relativa ai contributi che la Regione deve per gli anni dal 2007 al 2009”; inoltre, “quali iniziative la Regione Puglia intenda adottare per rimuovere quelle difficoltà che impediscono ad enti come la Fiera di Galatina di continuare ad essere un punto di riferimento nella promozione economico  commerciale del territorio” e “ se non sia il caso di prevedere degli strumenti ad hoc, che possano evidenziare eventuali anomalie nella gestione dell'ente e segnalare per tempo un possibile tracollo economico – finanziario, prima che la situazione diventi irrecuperabile”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiera di Galatina a rischio chiusura. Interrogazione di Antonio Buccoliero

LeccePrima è in caricamento