Mercoledì, 16 Giugno 2021
Economia Litorale / Via Margarito da Brindisi

Bancomat attivo anche a San Cataldo. Dopo le proteste, le prime risposte

A distanza di qualche giorno dall'entrata in funzione di quello di Frigole, un altro sportello per evitare di recarsi a Lecce per un semplice prelievo

Guido, Lamosa e Garrisi.

LECCE – Alla stregua di un taglio del nastro, il primo prelievo ha sancito l’entrata in funzione del bancomat di San Cataldo, in via Margarito da Brindisi (nei pressi della piazzetta del bar Royal). Ad effettuarlo l’assessore all’Ambiente, Andrea Guido, e i consiglieri Antonio Lamosa (che ha la delega del sindaco alle marine) e Gianni Garrisi.

La scorsa settimana è stato attivato quello di Frigole, sempre a cura della Banca Popolare Pugliese, e il prossimo, per quanto riguarda il litorale leccese, dovrebbe essere quello di Casalabate (da pochi anni inserito nel territorio di Squinzano e Trepuzzi). “La sinergia fra enti ed imprenditori resta la carta vincente per il raggiungimento di qualsiasi obiettivo – ha dichiarato Lamosa - che ha la finalità di rilanciare e riqualificare le marine leccesi”.

La chiusura delle filiali postali aveva del resto portato ad una vibrante protesta da parte dei residenti lungo la fascia costiera, costretti a spostamenti di diversi chilometri fino al capoluogo per un semplice prelievo o, ad esempio, per il ritiro della pensione. Senza parlare del ritardo con cui la marina di San Cataldo e tutte le altre si inseriscono nell’ambito dello sviluppo turistico. 

Nei mesi scorsi il Comune di Lecce ha invitato gli istituti bancari interessati ad una manifestazione di interesse e Bpp ha aderito. A Santa Maria di Leuca sarà attivato un secondo bancomat presso la locale filiale, mentre due nuovi atm saranno installati a San Foca e Torre dell'Orso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bancomat attivo anche a San Cataldo. Dopo le proteste, le prime risposte

LeccePrima è in caricamento