Economia

Gaetano Quarta per Acquabike: "Un'occasione di visibilità per il Salento"

Il manager dell'azienda di caffè testimonial: "La manifestazione di respiro internazionale rappresenta un'importante vetrina"

LECCE - Gaetano Quarta dell'azienda Quarta Caffè Spa è il testimonial d’eccezione che ci racconterà, attraverso i social con l’hashtag #QUARTA3, gara e dietro le quinte del mondiale Aquabike 2017. Le tappe italiane sono in Puglia. Porto Cesareo 2,3,4 giugno e Vieste 9,10,11 giugno. Abbiamo chiesto direttamente al manager le motivazioni e le opportunità imprenditoriali legate a questo evento di respiro internazionale.

Perché l’hanno scelta come testimonial di questa competizione sportiva?

"La collaborazione è nata in modo spontaneo e non è stata pianificata. Da anni, infatti, siamo in contatto con gli organizzatori di Acquabike world per avviare una partnership sul versante pubblicitario e della comunicazione. La divisione marketing dell’evento da tempo è alla ricerca di partner per promuovere tali manifestazioni, anche perché questo genere di sport estremi, in Italia, purtroppo sono considerati minori e non finanziati adeguatamente: il confronto con il calcio ed il business che ruota intorno al mondo del pallone rende bene l’idea. C’è sempre stata, da parte nostra, la volontà di finanziare e supportare questi eventi di portata internazionale: le tappe di questo campionato mondiale ci offrono anche una certa visibilità e rappresentano anche un’occasione importante per la promozione del territorio al di fuori dei confini nazionali".

A questo proposito, ci racconta come si è avvicinato agli action sport?

"Mi è sempre piaciuta l’idea dello sport come attività sana che aiuta a restare in forma. Gli sport estremi regalano poi quel brivido in più, quell’adrenalina carica di emozioni. Io sono un grande appassionato di queste discipline che, peraltro, credo si possano praticare in tutta sicurezza. Acquabike poi ci ha offerto l’opportunità di creare delle sinergie importanti, grazie anche alla disponibilità ed alla collaborazione di Danilo Calogiuri e della sua agenzia, nonché di Befree che ha seguito l’organizzazione delle tappe in Italia che si svolgeranno, con nostra soddisfazione, proprio in Puglia: una a Porto Cesareo, l’altra a Vieste. Per noi quest’evento rappresenta un’occasione da non perdere in termini di visibilità: la diretta su alcuni canali, quali Sky, ci permetterà di sviluppare nuove forme di marketing territoriale".

Come fa a conciliare la vita da manager, a capo di una grande spa, con quella di sportivo?

"Talvolta si verifica una contrapposizione tra la mia figura pubblica di manager, che deve gestire e vivere un ruolo complesso e difficile, e la gestione della vita privata. I business man viaggiano alla velocità della luce, impegnati su mille progetti anche di comunicazione, e la gestione del tempo e dell’agenda personale diventa difficile. L’azienda, poi, è particolarmente impegnata su progetti che mirano ad alzare l’asticella della qualità e del successo internazionale, con investimenti in tecnologie che ci permettono di rimanere sempre all’avanguardia. Il fine settimana è invece dedicato allo sport: noi lavoriamo a pieno ritmo sino al venerdì per lasciare uno spazio libero negli altri due giorni. Approfitto di questo tempo per coltivare anche le mie passioni, come lo sport che mi garantisce un benessere psicofisico completo, regalandomi forti sensazioni". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaetano Quarta per Acquabike: "Un'occasione di visibilità per il Salento"

LeccePrima è in caricamento