Sabato, 31 Luglio 2021
Economia

Gal Serre Salentine alla Bit per ampliare la platea turistica internazionale

All'appuntamento fieristico per il terzo anno consecutivo il gruppo di azione locale, ospitato all'interno dello stand della Regione Puglia, col materiale promozionale e informativo dell'offerta turistica sui propri territori

RACALE - Per far crescere la presenza di turisti stranieri nel territorio delle “Serre Salentine”, le basi sono state già poste con il primo Educational Tour “Buy Puglia”, che si è svolto lo scorso ottobre, nell’ambito del progetto di Cooperazione interterritoriale “Pugliesi nel mondo”, con la presenza di buyer provenienti da ventotto Paesi europei ed extraeuropei che hanno avuto l’occasione di conoscere e apprezzare, tramite le imprese locali, il territorio e i suoi prodotti.

All’appuntamento fieristico non poteva mancare, per il terzo anno consecutivo, il Gal “Serre salentine” che, ospitato all’interno dello stand della Regione Puglia, attraverso il materiale promozionale e informativo, presenta l’offerta turistica dell’area territoriale delle Serre Salentine, ovvero dei comuni di Alezio, Alliste, Casarano, Collepasso, Galatone, Gallipoli, Matino, Melissano, Neviano, Parabita, Racale, Sannicola, Taviano e Tuglie.

Il gruppo di azione locale, quindi, si fa testimone di quel territorio rurale che va dal Mar Ionio alla Serra di Casarano, un patrimonio di inestimabile valore composto da chiese barocche, torri d'avvistamento, centri storici, agriturismi, musei e parchi archeologici. A questo, si legano necessariamente i prodotti dell’artigianato e dell’enogastronomia tipica. Tutto ciò, rappresenta, quindi, una solida attrattiva rivolta ad un target turistico ben definito. Infatti, i turisti che scelgono il territorio delle Serre Salentine come meta per le proprie vacanze, lo fanno perché cercano luoghi autentici e tipici, dove soggiornare e degustare le prelibatezze enogastronomiche, ammirare le molteplici bellezze naturalistiche e conoscere il patrimonio culturale ed artistico.

Questo tipo di attrazioni, trovano nelle formule del “turismo rurale” la massima espressione. Un’offerta turistica integrata, quella delle Serre Salentine, che dal turismo balneare, insediato lungo la costa, coinvolge tutte le potenzialità del territorio, creando, così, un circuito turistico ed anche economico con ricadute positive sull’intera area.

“La Borsa internazionale del turismo – afferma il presidente del Gal, Salvatore D’Argento – è ormai divenuto un appuntamento irrinunciabile per noi. Il nostro obiettivo prioritario è quello di promuovere e rafforzare l’immagine di questo territorio che magistralmente fonde l’artigianato all’enogastronomia, gli eventi tradizionali a quelli culturali, il patrimonio naturalistico a quello storico e architettonico. Il Gal – continua – attraverso la collaborazione degli operatori privati e delle istituzione e con l’attuazione pratica del piano di promo-commercializzazione, intende rafforzare l’offerta turistica integrata di quest’area di alto pregio, offrendo – conclude il Presidente del Gal – un pacchetto completo e variegato che sia un vero e proprio percorso visivo, sensoriale ed emozionale delle Serre Salentine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gal Serre Salentine alla Bit per ampliare la platea turistica internazionale

LeccePrima è in caricamento