Gal Terra d’Otranto, pubblicato il bando per la creazione di nuove imprese

Cinquecentomila euro in gioco per favorire la nascita di nuove realtà produttive, grazie alla pubblicazione sul bollettino ufficiale delle domande di aiuto dell'asse "Sostegno allo sviluppo". La soddisfazione di Petracca e Ferraro

SAN CASSIANO – Cinquecentomila euro in gioco per la creazione di nuove imprese del Gal Terra d’Otranto. Pubblicato sul bollettino ufficiale della Regione Puglia il bando del gruppo di azione locale Terra D’Otranto per la presentazione di domande di aiuto, “Sostegno allo sviluppo e alla creazione delle imprese”, nell’ambito della misura 312 dell’Asse III del Programma di Sviluppo Rurale della Regione Puglia.

Quattro le azioni previste e sulle quali si indirizzeranno le misure di sostegno per la creazione di nuove microimprese e per lo sviluppo di quelle esistenti: artigianato tipico locale basato su processi di lavorazione tradizionali del mondo rurale; commercio esclusivamente relativo ai prodotti tradizionali e tipici del territorio del gal Terra d’Otranto; servizi alla popolazione locale soprattutto per la prima infanzia e gli anziani (ludoteche- centri ricreativi); servizi attinenti il “tempo libero” (biblioteche-attività di intrattenimento).

Saranno disponibili risorse pubbliche per 500 mila euro per un volume di investimenti pari a 1milione di euro, per quanti presenteranno domanda di aiuto. Il sostegno sarà concesso nella forma di contributo in conto capitale pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. Il volume massimo di investimento è pari a 40mila euro per singola azione. Il territorio di riferimento è quello dei  24 comuni aderenti al Gal: Andrano, Bagnolo del Salento, Botrugno, Cannole, Castro, Diso, Giuggianello, Giurdignano, Maglie, Melendugno, Minervino di Lecce, Muro Leccese, Ortelle, Otranto, Palmariggi, Poggiardo, Sanarica, San Cassiano, Santa Cesarea Terme, Scorrano, Spongano, Supersano, Surano, Uggiano la Chiesa.

“Obiettivo del bando è quello di sostenere lo sviluppo, l’innovazione organizzativa e tecnologica delle microimprese extra agricole e la formazione di microcircuiti locali” - afferma il presidente del Gal Terra D’Otranto, Gabriele Petracca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con questo bando si punta a diversificare le economie delle aree rurali, beneficiari degli interventi sono infatti le microimprese non agricole che occupano meno di 10 persone e realizzano un fatturato annuo non superiore a 2 milioni di euro. Con questo bando si intende, cioè, promuovere l’imprenditorialità e l’occupazione migliorando la qualità della vita nel territorio rurale”, spiega  Francesco Ferraro, direttore del Gal Terra d’Otranto. Per maggiori informazioni consultare il sito www.galterradotranto.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale in moto contro un'auto: muore 54enne, grave una donna

  • Trascina la figlia per l'orecchio, i clienti del bar si ribellano e finisce a botte

  • Coronavirus in Puglia: nove positivi, cinque nel Salento fra cui anziano di una Rsa

  • Sospetta violenza sessuale: 20enne con forti dolori denuncia stupro

  • Covid-19, venti nuovi positivi in Puglia. Quattro in provincia di Lecce

  • Dall’epidemiologo “supposte di realismo”: al Sud a rischio il 99 per cento dei cittadini

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento