Martedì, 18 Maggio 2021
Economia

Commercianti al fianco della protesta: annunciata una serrata contro Tap

Il 6 dicembre molti esercenti di Melendugno abbasseranno le saracinesche: "Agricoltura, pesca e turismo sono il volano della nostra economia"

Il sindaco di Melendugno, Marco Potì.

MELENDUGNO – Saracinesche abbassate a Melendugno il 6 dicembre per dire no al gasdotto Tap e per denunciare le ripercussioni dell’ordinanza prefettizia entrata in vigore il 13 dicembre per garantire la ripresa dei lavori nel cantiere e prevenire eventuali disordini. L’iniziativa degli esercenti, che potrebbe intanto allargarsi ai comuni limitrofi, come ad esempio Vernole, è stata concordata nel corso di una assemblea.

Per l’occasione è stato preparato un comunciato, che si intitola "Chiusi per dignità" e che recita nella sua introduzione quanto segue: “I commercianti di Melendugno e non solo hanno deciso di indire uno sciopero per il giorni sei di dicembre per dire no a un'opera imposta, dannosa e inutile, un'opera che segnerà un cambiamento radicale nelle scelte di sviluppo economico che questo territorio da sempre ha adottato. Agricoltura, pesca a turismo sono il volano per la nostra economia, è il nostro modo di vivere dignitosamente, cercando di avere una visione quanto più etica e sostenibile possibile, rispettando il territorio e le sue peculiarità. Crediamo che ciò che vogliono imporci sia quanto di più vecchio si possa concepire, un'opera che non ha nulla di strategico se non gli interessi delle lobby".

L'annuncio della serrata sta già rimbalzando sulla rete e c'è già chi propone anche a chi non risiede a Melendugno, di andare a fare la spesa in tutti quegli esercizi che aderiranno alla protesta del 6 dicembre. Questa mattina, intanto, nella sala consiliare di Melendugno, è stato presentato il documento finale della tre giorni di incontri che a settembre ha portato nel Salento varie realtà impegnate a livello nazionale sulle tematiche energetiche e sula questione delle grandi opere. E proprio da quella esperianza di conoscenza e collaborazione è nata l'esigenza di un tour lungo lo Stivale con una "carovana" che diffonderà in varie tappe le ragioni dell'opposizione al gasdotto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercianti al fianco della protesta: annunciata una serrata contro Tap

LeccePrima è in caricamento