Gasdotto ultimato, Tap annuncia il via delle operazioni commerciali

L'annuncio della società sancisce la disponibilità del gas dei giacimenti azeri per la rete di distribuzione nazionale. Il Movimento No Tap segnala lavori ancora in corso nel cantiere di San Basilio

MELENDUGNO - Tap ha comunicato l'avvio delle operazioni commerciali, in altre parole, la messa in esercizio del gasdotto la cui realizzazione ha diviso l'opinione pubblica e trovato l'opposizione costante soprattutto nel comprensorio di Melendugno, nel cui territorio l'infrastruttura approda dopo aver attraversato il Canale d'Otranto.

Non è un caso che il Movimento No Tap abbia subito reagito all'annuncio, facendo presente che nel cantiere di San Basilio (San Foca), dove si trove il terminale di ricezione, sono ancora in corso dei lavori. La società ha chiarito che si tratta di operazioni di dismissione dell'area, con ripristino dei muretti a secco e piantumazione degli alberi, per cui è stata ottenuta una proroga al 31 marzo prossimo dell'autorizzazione unica del ministero dell'Ambiente.

Il 20 percento delle azioni di Tap sono detenute da Snam, che controlla la rete nazionale di distribuzione del gas ai fornitori, i quali possono ora fare affidamento sui giacimenti dell'Azerbaijan: il cosiddetto Corridoio meridionale del gas attraversa Turchia, Grecia e Albania per arrivare in Italia. E proprio relativamente all'approdo sulla spiaggia di San Foca, Tap ha precisato che i lavori di realizzazione del microtunnel non hanno lasciato alcune conseguenza visibile e che il pezzo di litorale che era stato interessato è pienamente e liberamente fruibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolto con il furgone, amputata parte della gamba destra del 38enne

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • La lite degenera: spunta pistola a salve, investito con violenza con l’auto

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

  • Favori in cambio di sesso, viagra e battute di caccia, chiesti 12 anni e mezzo per l’ex pm

  • Freddato a 22 anni con un colpo di pistola alla testa, inflitti due ergastoli

Torna su
LeccePrima è in caricamento