Incontro in Prefettura per verificare i danni all’agricoltura dopo il maltempo

La tromba d'aria del 27 marzo, ha lasciato in eredità al territorio salentino nuove difficoltà al comparto agricolo: gli amministratori di Leverano e Nardò hanno rappresentato al Prefetto problemi a trovare coperture assicurative

LECCE - La tromba d’aria abbattutasi sul Salento lo scorso 27 marzo ha lasciato in eredità al territorio una serie di danni, che hanno messo nuovamente in difficoltà il comparto agricolo. Proprio per discutere di questo e fare la conta dei danni connessi agli eventi meteorologici avversi, comprensivi anche del maltempo di ottobre e novembre 2013, sono stati ricevuti dal Prefetto, Giuliana Perrotta, il sindaco di Leverano, Giovanni Zecca, l’assessore di Nardò, Giuseppe Tarantino, accompagnati da altri amministratori e dal rappresentante di una impresa agricola ubicata nel territorio neretino, quello maggiormente colpito.

In particolare, i Zecca ha evidenziato che il territorio di competenza, benché danneggiato in ottobre 2013, non ha potuto beneficiare, a differenza delle provincie di Brindisi e Taranto, delle attuali disposizioni normative e delle procedure volte a dare applicazione alle misure di intervento previste dal legislatore con il Fondo di solidarietà nazionale per le strutture aziendali e infrastrutture connesse all’attività agricola, né dei contributi in conto capitale in quanto sia l’avversità che le colture danneggiate avrebbero potuto essere ammesse alla copertura assicurativa agevolata.

Gli amministratori si sono, quindi, riservati di far tenere ogni utile documentazione relativa alla questione prospettata, sottolineando che i gravi danni alle produzioni ortive e floricole nonché alle strutture e infrastrutture connesse, scaturiscono da calamità ormai sempre più frequenti nel territorio salentino e che, per tale ragione, risulta particolarmente difficile individuare una compagnia assicurativa, disponibile alla stipula con costi sostenibili dalle piccole e medie imprese della zona.

Il Prefetto ha invitato i presenti a produrre gli elementi di conoscenza necessari a promuovere il dialogo interistituzionale ai diversi livelli, affinché siano individuati i percorsi volti al sostegno dei produttori, già colpiti dalla diffusa crisi economico-sociale di questi anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima svolta, preso il presunto killer di Eleonora e Daniele

  • Nel biglietto insanguinato mappa e annotazioni su come agire

  • Preso presunto assassino: fascette per torturare le vittime e un piano folle per l’omicidio

  • Duplice omicidio: assassino ripreso per dei secondi, ha ucciso con pugnale da sub

  • Duplice omicidio: autopsia sui corpi delle vittime, perquisizioni nelle case

  • Impeto e rabbia, dinamica di un duplice omicidio su cui s'interroga una città

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento