Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

"InnovaPuglia", il bilancio di due anni di lavoro

Sabrina Sansonetti, la presidente della società in-house della Regione Puglia, ha presentato insieme a Nichi Vendola i dati dell'attività dei primi 24 mesi dopo la fusione tra Tecnopolis e Finpuglia

vendola_sansonetti-3

BARI - Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola è intervenuto questa mattina insieme alla leccese Sabrina Sansonetti e a Francesco Saponaro, rispettivamente presidente e direttore generale di InnovaPuglia, alla conferenza stampa di presentazione del volume con il quale "Innova Puglia" dà conto dei suoi primi due anni di attività e riassume l'intero percorso dalla fusione tra Tecnopolis e Finpuglia fino alla nascita della società in-house. "innova Puglia" è oggi impegnata in una
profonda azione innovatrice dell'amministrazione basata sull'uso strategico delle information and communication technology e in questo periodo ha gestito oltre 50 progetti, concentrando al suo interno le migliori professionalità (203 risorse qualificate, 135 laureati) e monitorando l'evoluzione tecnologica e scientifica del settore Ict per meglio supportare la Regione nel suo ruolo istituzionale.

Le attività della società spaziano dall'offerta di consulenza strategica alla redazione di studi di fattibilità, dall'analisi dei processi alla progettazione di servizi e sistemi infotelematici, dalla realizzazione di sistemi alla gestione operativa di servizi, appalti e forniture dell'ente regionale. "Il punto dell'innovazione - ha proseguito Vendola - è che essa non è matura e sincera se non è disseminata trasversalmente rispetto alle classi sociali e ai territori. Se l'innovazione cresce solo nella metropoli e nei luoghi della ricchezza, non fa che implementare i fattori di sperequazione sociale, poiché gli altri territori e i luoghi del disagio sociale vivranno un'acutizzazione della loro condizione di marginalità. Ecco perchè per noi l'innovazione o ha dentro di sé un contenuto democratico e sociale o non è innovazione. L'abbattimento, per esempio, del digital divide negli investimenti sulla banda larga è per noi una battaglia di carattere generale e credo che InnovaPuglia sia lo strumento che ci consente di fare questa battaglia".

"L'elaborato presentato quest'oggi - ha spiegato Sabrina Sansonetti - è frutto di un lavoro sinergico nel quale la Regione Puglia insieme a InnovaPuglia raccontano l'avvio di un processo virtuoso che ha consentito di innovare la qualità amministrativa attraverso la cooperazione in rete di attori istituzionali, amministrativi e sociali. Questo processo virtuoso potrà realizzare nuovi progetti di semplificazione burocratica, ottimizzazione e valorizzazione degli investimenti che saranno fondamentali per accrescere il network dell'innovazione e offrire nuovi servizi ai cittadini. Noi - ha concluso la Sansonetti - continuiamo a lavorare in piena collaborazione e complementarietà con la Regione Puglia per portare la nostra regione al passo con i territori più avanzati in Europa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"InnovaPuglia", il bilancio di due anni di lavoro

LeccePrima è in caricamento