Lunedì, 14 Giugno 2021
Economia

La ditta chiama, lavoratori Aqp in silenzio. L'altra società: "Impossibile, nuovo servizio fermo fino al 10 gennaio"

Si tratta d una sessantina di dipendenti, ai quali è riconosciuta la clausola sociale di tutela nel passaggio al nuovo datore. La Mobint farà loro proposta formale, ma la Soci controbatte

La sede dell'Acquedotto pugliese a Lecce

LECCE – La nuova ditta (aggiudicataria dell’appalto Aqp per il lotto 12) chiama, ma i lavoratori non si presentano alla firma del contratto individuale. A farlo sapere il legale della ditta Mobint srl  che, esattamente come avvenuto per la società equivalente a Brindisi, è ancora in alto mare per quanto riguarda il passaggio dei lavoratori dalla vecchia alla nuova ditta. Si tratta di circa una sessantina di operai impiegati in vari settori (non in quello edile, disciplinato diversamente dal contratto collettivo e per il quale l’assorbimento nella nuova ditta non è automatico).

Stando a quanto affermato dai portavoce della Mobint i lavoratori – tutelati dalla clausola sociale, così come previsto dalla legge regionale – sarebbero stati contattati telefonicamente nel corso degli ultimi giorni e invitati a presentarsi per la sottoscrizione del nuovo contratto. Contratto che, garantiscono i referenti della Mobint srl, non è peggiorativo, ma conserva le identiche condizioni di quello precedente. Il nuovo servizio per conto dell’Acquedotto Pugliese comincia in realtà proprio oggi. Ma, al momento, nonostante il servizio idrico richieda costante manutenzione, non è ancora dato sapere quali dei “vecchi” lavoratori resteranno.

La Mobint, davanti all’assenza di firma dei contratti, invierà la proposta formale tramite telegramma e raccomandata. Dal momento della ricezione, i lavoratori avranno a disposizione tre giorni di tempo per sottoscrivere il nuovo contratto. Stessa procedura sarà seguita anche dai colleghi della società brindisina, anche lì nuova secondo la recente aggiudicazione. Sull'argomento, intanto, è anche intervenuto il legale della ditta "uscente" e concorrente nella gara, la Soci. L'avvocato ha spiegato che un decreto del Tar di Lecce ha bloccato, nella mattinata di ieri (20 dicembre,) l'affidamento del servizio alla Mobint. Il provvedimento, a seguito del ricorso presentato dalla società Soci, è a firma del presidente del Tribunale amministrativo, Antonio Pasca e lascia di fatto il tutto congelato fino al prossimo 10 gennaio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La ditta chiama, lavoratori Aqp in silenzio. L'altra società: "Impossibile, nuovo servizio fermo fino al 10 gennaio"

LeccePrima è in caricamento