Mercoledì, 28 Luglio 2021
Economia

Lavoratori stagionali alle Terme non assunti: va in scena l'ennesima protesta

Sit-in all'esterno dell'azienda da parte di quei lavoratori per la mancata assunzione. Il sindacato Fisascat della Cisl di Lecce, che, attraverso Carmela Tarantini, accusa: "C'è indifferenza da parte di chi dovrebbe vigilare"

SANTA CESAREA TERME - Sit-in anche a Santa Cesarea con i lavoratori stagionali delle Terme ai cancelli dell’azienda per protestare per la mancata assunzione: “Ogni anno” – afferma Carmela Tarantini, segretaria della Fisascat-Cisl di Lecce – “si pone il problema del lavoro in quanto il cda non è in grado di attuare per tempo le politiche organizzative necessarie affinché tutti i lavoratori interessati vengano assunti e, a tutt’oggi, molti di loro sono ancora disoccupati, situazione che aggrava ancora di più la già esistente crisi”.

"Più volte - spiega ancora - abbiamo evidenziato come le Terme possano diventare il fiore all’occhiello del turismo nel basso Salento, ma per l’indifferenza di chi dovrebbe vigilare, ci ritroviamo a dover manifestare per veder riconosciuto un diritto sacrosanto: il diritto al lavoro".

Ancora una volta, pertanto, il sindacato lancia un appello alle istituzioni affinché prendano atto della situazione e mettano in campo tutte le iniziative necessarie per rendere le Terme di Santa Cesarea un volano per l’economia salentina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori stagionali alle Terme non assunti: va in scena l'ennesima protesta

LeccePrima è in caricamento