rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Economia

Legalità nell’edilizia residenziale pubblica, protocollo sugli appalti

Arca Sud e sindacati hanno siglato un accordo. Fra i principi cardine: sicurezza, tutela dei posti di lavoro, trasparenza. I segretari: “Buona pratica da esportare con grandi stazioni appaltanti”

LECCE– Cgil, Cisl e Uil di Lecce, con le sigle sindacali che tutelano i diritti dei lavoratori dell’edilizia (Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil) e le associazioni che rappresentano gli inquilini (Sicet-Cisl, Sunia-Cgil e Uniat-Uil) hanno sottoscritto oggi un protocollo di intesa con l’Agenzia regionale per la casa e l’abitare (Arca Sud Salento). In vista della ripresa dell’edilizia residenziale pubblica, tra nuove costruzioni e ristrutturazioni, su proposta delle organizzazioni sindacali, le parti hanno deciso di accendere un faro di legalità e sicurezza sugli appalti che da qui ai prossimi anni saranno affidati in provincia di Lecce. “Un modello da esportare – spiegano Valentina Fragassi, Ada Chirizzi e Salvatore Giannetto, rispettivamente segretari generali provinciali di Cgil, Cisl e Uil -, costruito sui principi di legalità, trasparenza, tutela della sicurezza e dei posti di lavoro che proporremo ad altre grandi stazioni appaltanti”.

“Trasparenza, legalità, regolarità dei contratti, attenzione al territorio sono i principi che ispirano un accordo che intende tutelare i posti di lavoro, combattere forme subdole di sfruttamento e di concorrenza sleale in un periodo delicato per la disponibilità di risorse che giungeranno sul territorio anche per la riqualificazione della edilizia residenziale pubblica”, proseguono i segretari.

“Con quest’accordo, che intende coniugare lo sviluppo sostenibile con la tutela della buona occupazione, non lasciamo indietro nessuno, specialmente i più deboli: inquilini e lavoratori dei subappalti”, dice, nello specifico, Fragassi. “La firma di questo protocollo è una buona pratica, avviata con la più grande stazione appaltante dell’edilizia residenziale pubblica sul territorio. Il protocollo definisce ed applica il lavoro svolto in questi mesi con la Prefettura dal punto di vista della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. E fa un passo in avanti, perché guarda alla qualità del lavoro anche nei subappalti, definisce un sistema premiale per le imprese che applicano il contratto collettivo e rispettano le regole. Inoltre guarda alla manutenzione degli edifici residenziali pubblici a tutela degli inquilini. Questa intesa è da considerare un punto di partenza, che deve vivere e deve essere elaborato anche con altre stazioni appaltanti”.

107 - protocollo 2-2

Giannetto ringrazia i vertici di Arca Sud Salento, l’amministratore unico Alberto Chiriacò e la direttrice generale Sandra Zappatore: “Abbiamo costruito un protocollo unico nel suo genere in questa provincia, col quale fissiamo alcune questioni importanti. In tutti i capitolati d’appalto di Arca Sud Salento, d’ora in poi, saranno inserite norme stringenti sulla sicurezza, sull’applicazione dei contratti collettivi firmati dai sindacati maggiormente rappresentativi. Norme che prevedono anche la clausola sociale in caso di passaggi di appalti o subappalti: per i lavoratori è una garanzia per il mantenimento del posto di lavoro. Un risultato importante in un territorio in cui spesso nei cantieri vengono applicati contratti collettivi che peggiorano salario e diritti dei lavoratori. Ora bisogna accelerare con la Prefettura per attivare l’Osservatorio provinciale su salute e sicurezza”.

Secondo la segretaria generale provinciale della Cisl, Ada Chirizzi, sono molteplici i principi-guida del protocollo: “Innanzitutto il principio territoriale, visto che il territorio è il luogo in cui i principi contenuti nel Protocollo sull’attuazione del Pnrr sottoscritto tra Governo e Cgil Cisl e Uil si materializzeranno. Abbiamo declinato, grazie alla disponibilità di Arca Sud Salento, il principio della legalità - secondo le regole del rispetto del lavoro, della clausola sociale e secondo l’indice di congruità - con quello della tutela del lavoro di qualità, grazie agli articoli sul rispetto dei contratti collettivi sottoscritti dai sindacati maggiormente rappresentativi e sui subappalti. Un protocollo che fa il paio con la battaglia unitaria sulla verifica dell’indice di congruità in edilizia. Infine il principio di trasparenza, visto che Arca Sud Salento ci metterà nelle condizioni di affinare la buona prassi grazie alla pubblicazione dei fascicoli sulle gare d’appalto e sugli eventuali subappalti”.

Appalti e legalità

Arca Sud Salento, dunque, si impegna ad adottare quale criterio selettivo per l’aggiudicazione degli appalti l’offerta economicamente più vantaggiosa, in luogo del minor prezzo. In tal modo favorirà formule di assegnazione dei punteggi, verificabili anche in sede di confronto tra le parti firmatarie dell’accordo. Saranno anche individuate misure per prevenire atti illeciti negli appalti per l’esecuzione dei lavori oggetto di benefici fiscali. Arca Sud Salento, in fase di esecuzione dell’appalto, si impegna a verificare il rispetto delle norme che disciplinano il subappalto e delle disposizioni in materia di “Durc di congruità”. Pubblicherà sul proprio albo pretorio i nomi delle aziende aggiudicatarie, i luoghi dove sono ubicati i cantieri, le date inizio e fine dei lavori.

Tutela del lavoro regolare

Per qualsiasi procedura di affidamento lavori, l’Agenzia regionale pretenderà l’applicazione nei confronti di tutti i lavoratori dipendenti impiegati nell’esecuzione dell’appalto il trattamento economico e normativo stabilito dai contratti collettivi nazionali di lavoro sottoscritti dalle organizzazioni nazionali maggiormente rappresentative (ossia da Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil) e dalla contrattazione integrativa di secondo livello della provincia di Lecce, compresa l’iscrizione e la regolarità dei contributi presso gli enti bilaterali. Medesima disposizione riguarderà aziende coinvolte in eventuali subappalti. A tutela degli inquilini dai disagi dovuti ai lavori, l’Agenzia si impegna a comunicare tempestivamente le opere da eseguire.

Sicurezza

Per quanto riguarda il rispetto delle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro, Arca Sud Salento in ogni fase dell’appalto (fin dalla progettazione) attraverso le figure del responsabile del procedimento/responsabile dei lavori e del coordinatore per la sicurezza in fase esecutiva, intende mettere in atto tutte le azioni di prevenzione e sicurezza. Nel caso fossero riscontrate inadempienze e difformità ad opera di qualunque soggetto imprenditore presente nell’esecuzione dell’appalto, il responsabile del procedimento dovrà attivare tutte le funzioni del suo ufficio affinché i lavoratori operino in sicurezza. Saranno valorizzate le imprese che aderiscono a sistemi di controllo e vigilanza, che promuovono la formazione e la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro, che coinvolgono i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale (Rlst). Ad esempio con l’apposizione di un “Bollino sicurezza cantieri”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legalità nell’edilizia residenziale pubblica, protocollo sugli appalti

LeccePrima è in caricamento