Economia

Passaggio di contratto dei lavoratori Trascom. Le precisazioni dell’azienda

La società, presente in 80 Paesi, intende rettificare una comunicazione ufficiale dei sindacati in merito al passaggio di 40 persone dal contratto Tlc a quello Ania, tipico delle assicurazioni. E rende noti i dati societari con la fotografia aggiornata di Lecce

@TM News/Infophoto

LECCE - La società Transcom, che gestisce un call center a Lecce, è intervenuta direttamente in merito alla comunicazione ufficiale dei sindacati a proposito di un accordo che regolamenta la cessione di una commessa Genialloyd/Allianz ed il relativo passaggio dei lavoratori interessati (circa 40 unità) dal contratto Tlc delle  telecomunicazioni al contratto Ania tipico delle assicurazioni.

“Vorremmo precisare – scrivono i responsabili aziendali - che i circa 40 lavoratori di cui si parla e che saranno coinvolti nel processo di armonizzazione del contratto sono tutti assunti a tempo indeterminato, e non per la maggior parte con rapporto di lavoro a tempo determinato”.

A proposito dei dati societari, aggiornati e corretti, nella nota stampa si legge che la società è quotata in Borsa (le azioni di classe A e di classe B di Transcom WorldWide sono quotate alla Nasdaq Omx Nordic Stock Exchange di Stoccolma con i simboli Tww Sdb A e Tww Sdb B.) e il gruppo Transcom Worldwide a livello globale conta su circa 29 mila professionisti della Customer experience e opera da 57 contact center in 24 Paesi, offendo servizi in 33 lingue a oltre 400 marchi internazionali di primaria importanza in diversi settori.

Attualmente, Transcom opera per il mercato italiano da otto diverse sedi con una capacità complessiva di circa 2 mila e 500 postazioni. La sede di Transcom Italia a Lecce è operativa dal novembre 2002 ed è una delle più grandi:  occupa attualmente circa 450 persone che lavorano su circa 290 postazioni.

La società intende anche precisare che, in una logica di totale trasparenza e a salvaguardia del proprio personale, si è impegnata a garantire a tutti i dipendenti coinvolti il mantenimento della attuale retribuzione in base al contratto Tlc, sebbene la retribuzione minima spettante secondo il contratto di lavoro Ania risulti inferiore. “In questo modo i lavoratori non avranno alcuna penalizzazione – scrivono i responsabili aziendali -, anzi,  potranno al contrario usufruire di maggiorazioni retributive derivanti dalle commissioni sulle vendite effettuate”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passaggio di contratto dei lavoratori Trascom. Le precisazioni dell’azienda

LeccePrima è in caricamento