Venerdì, 30 Luglio 2021
Economia

Inizio di anno positivo per il turismo pugliese. Arrivi in aumento del 3 per cento

La stagione estiva è ormai alle porte e la Puglia turistica ha già fatto riscontrare una partenza sprint nel 2014: i primi quattro mesi dell'anno registrano infatti un aumento complessivo degli arrivi di circa il 3 per cento, secondo quanto segnalato dall'Osservatorio regionale sul turismo. Ottima soprattutto la performance degli stranieri

Gallipoli, chiesa Ss Crocifisso.

LECCE – La stagione estiva è ormai alle porte e la Puglia turistica ha già fatto riscontrare una partenza sprint nel 2014: i primi quattro mesi dell’anno registrano infatti un aumento complessivo degli arrivi di circa il 3 per cento, secondo quanto segnalato dall’Osservatorio regionale sul turismo. Ottima soprattutto la performance degli stranieri, con il 10 per cento in più degli arrivi rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. “E’ davvero un grande risultato – osserva l’assessore Silvia Godelli –, un dato che conferma la tendenza verso la crescita ininterrottamente determinatasi in Puglia nell’ultimo decennio”.

Soddisfatto anche Giancarlo Piccirillo, direttore generale di Pugliapromozione:  “Si tratta di dati ottimi e finalmente anche di dati certi, perché sono quelli trasmessi direttamente dall’80 per cento delle strutture ricettive del territorio attraverso il sistema telematico per la rilevazione del movimento turistico Spot (Sistema Puglia per l’osservatorio turistico), introdotto nel 2013 e oggi a pieno regime”.

Nel dettaglio, bene il mese di gennaio quando, dopo due anni di flessione, l’incoming torna a crescere in misura del più 7 per cento, complice la ripresa del mercato nazionale e del prodotto business, e aprile, nel quale quest’anno è ricaduta la Pasqua, e che fa registrare il +12 per cento di arrivi complessivi e il +31 per cento di incoming straniero.

Le festività e i ponti hanno favorito il turismo nelle città d’arte - anche minori e soprattutto tra i turisti repeaters (clientela fidelizzata), escursionisti e newcomers - il turismo en plein air, i riti della Settimana Santa e il balneare, nonostante la necessità di risparmio degli italiani confermi la tendenza a scegliere mete a corto raggio, per periodi brevi, con formule all inclusive e low cost.

Rapida anche la ripresa del comparto alberghiero: si registrano segni positivi (superiori alla variazione media regionale del 3 per cento) per gli hotel e le residenze turistico alberghiere. 

Per quanto riguarda l’incoming internazionale i dati del primo quadrimestre 2014 mostrano aumenti tra il 5 e il 10 per cento degli arrivi per i mercati francese, belga e statunitense. Crescite sostenute superiori al 10 per cento si registrano da Russia e Spagna.

Inoltre, secondo il monitoraggio dell’agenzia nazionale del turismo Enit sulla rete dei principali tour operator internazionali europei ed extraeuropei, la Puglia risulta tra le destinazioni italiane favorite per la prossima estate con alcuni tour operator che registrano incrementi delle prenotazioni fino al 20 per cento in più rispetto all’anno precedente. In particolare, la Puglia si posiziona in modo estremamente favorevole su alcuni TO tedeschi, francesi, cechi, belga, giapponesi e del Regno Unito.  Arte, cultura, food and wine, natura, continuano ad essere i prodotti più apprezzati dagli stranieri e sempre presenti nelle offerte di viaggio degli operatori. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inizio di anno positivo per il turismo pugliese. Arrivi in aumento del 3 per cento

LeccePrima è in caricamento