Sabato, 18 Settembre 2021
Economia

"Lupa di mare". La crescita turistica passa dalle donne

Nasce un nuovo progetto, tutto in "rosa", volto a valorizzare il patrimonio di Lecce, in particolare quello dei borghi e delle marine. L'assessore Alfarano: "Importante promuovere la fascia costiera"

Si chiama "Lupa di Mare". E' un progetto molto particolare, perché intende dotare il sistema turistico locale di maggiori opportunità di sviluppo facendo leva soprattutto sull'impegno e sulla sensibilità delle donne. La presentazione ufficiale avverrà domani, giovedì 20 marzo, alle 10, presso l'ex conservatorio Sant'Anna di corso Vittorio Emanuele. "Lupa di mare. Percorsi di promozione integrata della fascia costiera della Città di Lecce": questo il nome per esteso del piano, ideato da "Korema Associati" ed inserito nell'ambito di "Itinerario Rosa 2008". Ad illustrarne le linee guida, il vicesindaco e assessore alla Cultura, politiche comunitarie e fascia costiera Adriana Poli Bortone e l'assessore al Turismo Massimo Alfarano.

Ma su cosa verte, essenzialmente, il progetto? Lecce dispone di un interessante territorio costiero, che comprende numerose marine e borghi rurali. Si tratta di un patrimonio che potrebbe rafforzare l'offerta di un'area geografica già accreditata sul palcoscenico nazionale ed europeo. "Lupa di mare" - spiegano i suoi organizzatori -, oltre al chiaro riferimento di identità semantica al simbolo della città capoluogo e alla sua vocazione marinara e marittima, punta a mettere in circuito il contributo di giovani donne che avranno il compito di mostrare lati differenti, più nascosti e meno considerati del territorio ad est della città, potenzialmente esplosivo sotto il profilo della crescita turistica.

"Ho accettato con immenso piacere l'invito ad intervenire con un mio contributo alla conferenza stampa di presentazione di questo importantissimo progetto - dichiara l'assessore Massimo Alfarano -: l'iniziativa "Lupa di mare" abbraccia i settori del turismo e della cultura nell'ottica della promozione del territorio in direzione della quale tanto impegno stiamo profondendo. Il binomio cultura e turismo è un binomio vincente per Lecce e questo è un progetto che l'amministrazione comunale ha deciso di sposare per un duplice motivo: da un lato mira a raggiungere una promozione integrata della nostra città e, dall'altro - conclude - valorizza la nostra fascia costiera che, per troppo tempo, non è stata adeguatamente promossa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lupa di mare". La crescita turistica passa dalle donne

LeccePrima è in caricamento