menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omfesa: confermata assegnazione di 76 carrozze

A Bari l'incontro fra Bellanova, Maritati, Loizzo e Laguzzi di Trenitalia sull'assegnazione della commessa. "Il pericolo è scongiurato, ma ora la società di Trepuzzi rispetti gli impegni"

Teresa Bellanova, deputato dell'Ulivo, ed il sottosegretario Alberto Maritati hanno incontrato questa mattina l'assessore regionale ai trasporti Mario Loizzo ed il dirigente regionale di Trenitalia Giancarlo Laguzzi. Tema: il caso Omfesa.

Nel corso della riunione di lavoro, è stata quindi confermata l'assegnazione di 76 carrozze da parte di Trenitalia. "Insieme ad Alberto Maritati e all'assessore Mario Loizzo - ha commentato Teresa Bellanova - abbiamo chiesto che fossero rispettati gli accordi contrattuali sottoscritti da Trenitalia per una gara a procedura negoziata per 99 carrozze. Il nostro impegno è quello che tutte e 99 possano essere lavorate a Trepuzzi, così come stabilito".

"Omfesa, però - ha poi proseguito Bellanova - faccia la sua parte rispettando a propria volta il contratto con Trenitalia, perché se è vero quanto riferito dall'ingegner Laguzzi, non è accettabile che invece dei 23 mila euro a carrozza ne chieda 30 mila. Inoltre Omfesa deve ancora esibire la certificazione di conformità dei materiali ignifughi e questi impegni vanno rispettati fino in fondo".

"Ora che il pericolo di perdere la commessa è scongiurato - ha aggiunto -, Omfesa si adoperi per presentare un piano industriale in grado di poter cogliere le nuove opportunità e per fare in modo che il futuro dell'azienda e dei suoi lavoratori non sia perennemente a rischio".


In conclusione: "Così come ho già chiesto durante l'incontro in Prefettura del 5 febbraio scorso, ribadisco che l'azienda deve assumersi le proprie responsabilità indicando con chiarezza quale strategia industriale intenda perseguire per competere sul mercato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LeccePrima è in caricamento