Economia

Gli operai dell'ex manifattura depositano i curriculum in prefettura

I lavoratori attendono di sapere se, oltre alle aziende collegate ai gasdotti Tap e Snam, ce ne siano altre disponibili a procedere ad assunzioni

Una foto relativa all'incontro del 3 gennaio.

LECCE – Una ottantina di curriculum sono stati depositati e protocollati questa mattina in prefettura dal comitato spontaneo dei lavoratori coinvolti nella vertenza Bat e nella successiva fallita riconversione. Altri sono stati consegnati individualmente nei giorni scorsi.

La scorsa settimana, nella prima seduta del tavolo permanente sull’emergenza occupazionale, si è palesata la possibilità di alcune assunzioni da parte delle aziende che hanno appalti nell’ambito dei gasdotti Tap e Snam. Le stesse che a metà dicembre hanno pubblicato annunci per il reclutamento di 64 figure professionali.

I lavoratori dell’ex manifattura, consapevoli di trovarsi tra l’incudine del bisogno – gli ammortizzatori sociali sono terminati praticamente per tutti – e il martello di una forte opposizione sociale e territoriale alla realizzazione dell’opera, hanno chiesto di non essere strumentalizzati, richiamando alle proprie responsabilità le istituzioni dalle quali si sono sentiti più volte traditi e abbandonati. 

La prossima settimana ci dovrebbe essere un nuovo incontro, anche per comprendere se ci sono possibilità di impiego concrete anche da parte di aziende diverse da quelle collegate al gasdotto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli operai dell'ex manifattura depositano i curriculum in prefettura

LeccePrima è in caricamento