Economia

Opere pubbliche per uscire dalla crisi e promuovere il Salento

Ance Lecce in collaborazione con il Centro Studi di Ance e Ance Puglia, presenta il Rapporto sull'Edilizia nella provincia di Lecce. Allarmano i dati sul crollo del settore

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

"Il rapporto sul settore delle costruzioni in provincia di Lecce evidenzia, ancora, una situazione di eccezionale crisi, con una devastazione sia del tessuto imprenditoriale locale sia dell'occupazione". Ad affermarlo è il presidente di Ance Lecce, Giampiero Rizzo, il quale sottolinea come "il nuovo Codice dei Contratti Pubblici non ha ancora prodotto gli effetti attesi in termini di accelerazione della spesa e di semplificazione degli interventi degli Enti appaltanti. Evenienze che avrebbero dato al sistema delle costruzioni una vera boccata di ossigeno, consentendo altresì la ripresa delle attività di filiera. Infatti, il settore delle costruzioni acquista beni e servizi da 31 settori economici su 36, rivolgendosi quasi esclusivamente alla produzione interna".

I dati sono allarmanti: i bandi di gara in Puglia e nella provincia di Lecce crollano vertiginosamente.

Tale preoccupante realtà verrà analizzata nel corso dell'incontro "Opere Pubbliche per uscire dalla crisi e promuovere il Salento", promosso da Ance Lecce e Ance Puglia per venerdì 25 novembre ore 10.30 presso la sala conferenze di Confindustria Lecce, nel corso del quale sarà presentato il Rapporto sull'Edilizia.

Dopo i saluti del presidente di Ance Lecce, Giampiero Rizzo, relazionerà Romain Bocognani, Centro Studi Ance. Interverranno altresì l'avvocato Gaetano Messuti, componente della Cabina di Regia sul monitoraggio del Codice degli Appalti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; il professore Saverio Sticchi Damiani, avvocato, componente delle Commissioni consultive dell'ANAC; Edoardo Bianchi, vice presidente di Ance con delega alle Opere Pubbliche; Francesca Ottavi, direttore Area Legislazione Opere Pubbliche di Ance; alcuni parlamentari salentini.

"Il territorio, nelle sue diverse espressioni - Istituzioni, Politica, Economia e Lavoro - continua il presidente Rizzo, deve sottoscrivere una volontà di sopravvivenza per poi guardare al domani, garantendo occupazione e crescita. In cinese, infatti, l'equivalente di crisi si scrive con due ideogrammi 'pericolo' e 'opportunità', perché è dal gioco dei contrasti che nasce il nuovo".

Nel corso dell'incontro saranno anche illustrate le misure di finanza pubblica in grado di favorire il rilancio degli investimenti degli enti locali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opere pubbliche per uscire dalla crisi e promuovere il Salento

LeccePrima è in caricamento