Piazza Italia, ancora nulla di fatto: "Vogliamo restare a investire qui"

L'incontro tra sindacati, negozio e centro Mongolfiera è rimandato. Romano, direttore del personale:"In questo territorio la responsabilità sociale delle imprese è maggiore"

In foto: l'incontro in prefettura

LECCE – Fumata grigia per il vertice convocato in prefettura tra i rappresentanti di Filcams Cgil, quelli del negozio Piazza Italia e il Fondo proprietario del centro commerciale “Mongolfiera”.

Quest'ultimo aveva comunicato la sua indisponibilità ad essere presente all'incontro di oggi, 5 dicembre, chiedendo un rinvio. Le parti dovranno quindi aggiornarsi alla prossima settimana per sbrogliare la matassa della vertenza che tieni appesi 15 dipendenti del negozio della galleria di Surbo.

Nonostante, infatti, il punto vendita continui a macinare utili, offrendo occupazione stabile a 15 dipendenti, tutti a tempo indeterminato, i proprietari del centro commerciale hanno chiesto di liberare e restituire i locali. C'è una data, il 9 dicembre, indicata come termine ultimo per queste operazioni. E c'è un motivo alla base di questa decisione che, però, non è ancora stato chiarito.

Daniela Campobasso, segretaria Filcams Cgil Lecce, ha tendenzialmente escluso ragioni di tipo economico: “Sarei curiosa di capire quali siano le motivazioni, probabilmente strategiche, che hanno spinto la proprietà a riprendersi i locali affittati a Piazza Italia. Il contratto d'affitto è giunto a naturale scadenza in questi giorni, ma non ci risultano problemi nel pagamento del canone. Da sindacalista non posso entrare nel merito di dinamiche prettamente commerciali: ciò che mi interessa è che si trovino soluzioni per non disperdere questi ulteriori posti di lavoro”.

“Piazza Italia ha espresso la volontà di rimanere sul territorio che risulta proficuo dal punto di vista delle entrate – ha aggiunto la sindacalista a margine dell'incontro -. Non ha però prospettato soluzioni alternative al punto vendita di Surbo. Mi aspetterei che, qualora la situazione dovesse evolvere negativamente, Piazza Italia si dia fare perché i sindacalisti non fanno anche gli agenti immobiliari”.

Il capo del personale di Piazza Italia: "Aperti a soluzioni"

I referenti del noto marchio di abbigliamento anche oggi, in sede istituzionale, hanno ribadito la loro disponibilità a trovare ogni soluzione possibile. “Possiamo vantare una storia di 15 anni sul territorio e abbiamo voglia di continuare la nostra esperienza imprenditoriale qui, per assicurare continuità occupazionale ai nostri collaboratori”, ha dichiarato il direttore delle risorse umane Massimiliano Romano.

“Il paradosso di questa situazione è notevole – ha aggiunto -: Piazza Italia è un'azienda campana, radicata nel Sud Italia e qui la responsabilità sociale delle imprese pesa più che altrove, perché c'è bisogno di lavoro. Avremmo valutato soluzioni alternative anche in anticipo ma oggi ci sentiamo messi alle strette, senza una location dove poter operare. Il 9 avremmo dovuto liberare e restituire i locali del centro commerciale ma, in questi pochi giorni che ci restano, cercheremo di trovare un'intesa. Noi siamo disponibili e aperti a qualsiasi soluzione possibile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento