Piazza Italia resta nel centro Mongolfiera per un altro anno. Salvi 15 posti di lavoro

Svolta dopo l’incontro di questo pomeriggio in prefettura. Il Fondo proprietario dell’immobile ha concesso una proroga sino a novembre 2020. Per la Filcams Cgil tempo congruo per trovare un’altra location

LECCE - Almeno per questo Natale potranno tirare un sospiro di sollievo i 15 dipendenti del negozio della catena Piazza Italia che insiste nel centro commerciale Mongolfiera di Surbo dopo che nelle scorse settimane la proprietà dell’immobile aveva intimato all’azienda di lasciare liberi i locali già dal mese di dicembre. La buona nuova è arrivata questo pomeriggio nell’ambito dell’incontro che si è svolto in prefettura tra i rappresentanti territoriali del Governo, con il capo di gabinetto Beatrice Mariano, il sindacato Filcams Cgil Lecce (in rappresentanza dei 15 lavoratori) e il Fondo Cbr, proprietario dell’immobile dove è ubicato il centro commerciale Mongolfiera.           

In particolare dalla proprietà sono stati lanciati importanti segnali di apertura concedendo una proroga della scadenza del contratto di locazione fino a tutto il mese di novembre del 2020. Dopo aver infatti intimato a Piazza Italia lo sfratto alla scadenza del contratto d'affitto, ossia entro il 9 dicembre, il Fondo Cbr è venuto incontro alle esigenze della catena commerciale e soprattutto dei lavoratori e si è anche impegnato a farsi parte diligente, presso i nuovi locatari, nel caso in cui tra un anno Piazza Italia non potesse mantenere gli stessi livelli occupazionali garantiti ora.

Una decisione accolta con cauta soddisfazione dalla compagine sindacale che ha comunque apprezzato  segnali e gli impegni sostanziali assunti dalla proprietà immobiliare. “Ringraziamo la prefettura di Lecce per la sensibilità dimostrata anche in questa vertenza e per l’azione svolta per trovare una soluzione” il commento di Daniela Campobasso, segretaria provinciale della Filcams Cgil di Lecce, “Piazza Italia ha ora tutto il tempo per individuare una nuova location dove trasferire la propria attività e mantenere i 15 posti di lavoro. Rispetto alle aspettative, ossia allo sfratto esecutivo ed alla perdita immediata in termini di occupazione, la proposta portata al tavolo dal fondo vede il sindacato cautamente soddisfatto”, spiega ancora la sindacalista, “in quasi dodici mesi Piazza Italia ha il tempo necessario per assumere davvero un atteggiamento di responsabilità sociale sulla propria presenza in questo territorio. Dopo la proroga concessa dal Fondo, dunque, la palla passa alla catena di negozi. Il sindacato non può ovviamente entrare nel merito delle scelte commerciali della proprietà dell’immobile, ma prende atto positivamente del passo in avanti fatto e dell’impegno preso per garantire un futuro ai 15 lavoratori di Piazza Italia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fanno sesso, poi diffonde i video e affigge immagini: revenge porn, incastrato

  • “L’eredità”, il concorrente leccese batte il record di puntate da vincitore

  • Mauro Romano, chiuse le indagini sull’ex barbiere: sequestro di persona

  • Rapine con autovetture rubate anche durante il lockdown: in tre agli arresti

  • Scampato a un agguato con Kalashnikov, accoltella un uomo per motivi di viabilità

  • Debito di droga si trasforma in incubo: lo minacciano davanti al nipote, tre in manette

Torna su
LeccePrima è in caricamento