Pubblicato sul Burp numero 30 il microprestito d’impresa

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

FEDERAZIENDE: SIAMO A FIANCO DELLA REGIONE PUGLIA, DELL'ASSESSORE LOREDANA CAPONE, MA SOPRATTUTTO DELLE P.M.I.

Un ostacolo significativo allo sviluppo economico della regione è costituito dalla difficoltà di accesso al credito manifestata dalle Microimprese pugliesi che si trovano nella necessità di fronteggiare, più delle imprese di maggiori dimensioni, una progressiva riduzione delle opportunità creditizie. La difficoltà di accesso al credito ha assunto negli ultimi mesi, per le microimprese, connotati particolarmente critici, mettendo a rischio la sopravvivenza delle imprese e generando gravissimi impatti occupazionali in termini di mantenimento dell'occupazione attuale. Una possibile soluzione arriva dalla Regione Puglia che lancia il Microprestito d'Impresa: pubblicato il 4° avviso per la presentazione delle istanze di finanziamento sul Bollettino Ufficiale della R.P. n. 30 del 26/02/2015. Il Microcredito/MicroPrestito d'Impresa è lo strumento con cui la Regione Puglia offre alle microimprese pugliesi già operative e non bancabili un finanziamento per realizzare nuovi investimenti. L'iniziativa è attuata da Puglia Sviluppo SpA. Per potervi accedere l'impresa deve:

  • aver emesso la prima fattura almeno 6 mesi prima della domanda preliminare (le imprese del settore del commercio devono aver emesso la prima fattura almeno 24 mesi prima della domanda ed aver avuto un fatturato di almeno 60.000€ negli ultimi 12 mesi)
  • avere meno di 10 addetti e non essere partecipata per la maggioranza da altre imprese
  • avere una delle seguenti forme giuridiche: ditta individuale, soc. coop., s.n.c., s.a.s., associazione tra professionisti, s.r.l.
  • essere non bancabile, avendo rispettato negli ultimi 12 mesi tutti i seguenti requisiti:
    • non avere avuto liquidità per più di € 50.000
    • non essere stata proprietaria di immobili e macchinari per un valore superiore a € 200.000
    • non avere fatturato più di € 240.000
    • non aver beneficiato di finanziamenti superiori a € 30.000.

Il Fondo non finanzia i settori seguenti: pesca, agricoltura e zootecnia, energia, acqua e fogne, lotterie, scommesse, case da gioco organizzazioni, associative. L'importo chiedibile va da € 5.000 a € 25.000 con una durata massima di 60 mesi (più preammortamento di 6 mesi), tasso di interesse fisso, 70% del tasso di riferimento UE (da gennaio 2015 il tasso è stato 0,24%),rimborso in rate mensili costanti posticipate. È possibile, in qualsiasi momento, estinguere il finanziamento
Modalità di rimborso: RID con addebito sul conto corrente. Alle imprese che avranno rispettato tutte le scadenze del finanziamento sarà riconosciuta una premialità di importo pari a tutti gli interessi pagati. Fatta eccezione per le soc. coop., per le s.r.l. e per le associazioni professionali, non sono richieste garanzie patrimoniali e finanziarie.
L'impresa dovrà essere presentata da un garante morale o da una Associazione imprenditoriale o sindacale.
La garanzia morale o la presentazione tecnica - che non potrà essere rilasciata dietro compenso - non costituisce responsabilità patrimoniale del garante. Potranno rilasciare garanzie morali persone che operano con un ruolo di riferimento in organizzazioni, associazioni, comunità o gruppi sociali purché radicati sul territorio. Sono finanziabili Spese di investimento (almeno il 30% del totale): in opere murarie e assimilate, macchinari, impianti, attrezzature, automezzi di tipo commerciale,programmi informatici, brevetti e licenze; altre spese: materie prime, semilavorati, materiali di consumo, locazione di immobili, affitto apparecchiature di produzione, utenze, polizze assicurative. Per richiedere un finanziamento si compila su Internet una domanda preliminare sintetica. Non è previsto l'invio di documenti cartacei.
Le sedi FEDERAZIENDE diffuse su tutto il territorio Regionale e consultabili dal sito www.federaziende.org sono a disposizione degli imprenditori: infoline: 0832/606488 - 0832/602341 e-mail: federaziende@libero.it. Le imprese finanziate sono obbligate a dimostrare la corretta esecuzione della spesa per la quale si è ottenuto il finanziamento.
Le spese devono essere sostenute entro 6 mesi dall'erogazione del finanziamento. ''Siamo a fianco della Regione Puglia e dell'Assessore allo Sviluppo Economico Avv. Loredana Capone in questa iniziativa, ma soprattutto sosteniamo le Piccole e Medie Imprese. FEDERAZIENDE - Associazione Imprenditoriale - pronta a presentare gli Imprenditori e a ricoprire con le massime cariche dell'Organizzazione la funzione di garante morale'' sono le parole espresse dal Presidente Nazionale FEDERAZIENDE Dott. Eleno Mazzotta.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento