Sabato, 24 Luglio 2021
Economia

Risparmio energetico, Specchia aderisce al progetto “VotivA+”

L’amministrazione comunale di Specchia ha aderito al programma indirizzato a tutte le strutture cimiteriali italiane, pubbliche e private, finalizzato alla fornitura gratuita di lampade elettroniche a Led per illuminazione votiva

SPECCHIA - L’amministrazione comunale di Specchia ha aderito al progetto “VotivA+”, progetto ideato dalla direzione energia e trasporti della Commissione Europea in collaborazione con il Ministero dei trasporti e dello sviluppo economico. Il progetto è indirizzato a tutte le strutture cimiteriali italiane, pubbliche e private, e consiste nella fornitura gratuita di lampade elettroniche a Led per illuminazione votiva in sostituzione di quelle ad incandescenza e di interruttori orari elettromeccanici in grado di dimezzare il numero di ore annue di accensione delle lampade votive.

La partecipazione al progetto è totalmente gratuita: non sono previsti, infatti, costi né per l’amministrazione né per i cittadini, grazie al programma di incentivazione nazionale per l’incremento dell’efficienza energetica negli usi finali dell’energia, attuata in seguito all’entrata in vigore dei D.M. del 20 luglio 2004.

Installando le lampade votive a Led in sostituzione delle tradizionali lampade ad incandescenza, la struttura cimiteriale potrà risparmiare sulla propria bolletta energetica fino a 3,07 euro all’anno per ogni punto luce, che diventano 6,14 euro nel caso in cui l’intervento venga accompagnato dall’installazione degli interruttori orari elettromeccanici. Tutto questo porterà a registrare consumi fino al 90% inferiori rispetto alla situazione preesistente. Inoltre non sono trascurabili neanche i risparmi legati alla minore manutenzione delle lampade sostituite poichè, mentre una lampada ad incandescenza ha una vita utile non superiore alle 2mila ore, le lampade votive a Led fornite grazie al progetto VotivA+ durano almeno 50mila ore, permettendo così una riduzione di ben 25 volte degli interventi di sostituzione normalmente necessari.

Le nuove lampade a Led saranno consegnate gratuitamente entro quattro settimane dall’adesione e dovranno essere necessariamente installate entro 90 giorni dalla consegna: “La partecipazione del Comune di Specchia al progetto VotivA+ - afferma il sindaco Antonio Biasco – è frutto dello scambio di best practice con i sindaci dei Comuni limitrofi, tale progetto permetterà al nostro Comune di beneficiare di un forte ritorno d’immagine in termini di tutela ambientale e promozione dell’efficienza energetica su scala nazionale ed europea ed è in linea con la politica di risparmio energetico che il nostro Comune intende perseguire nei mesi ed anni avvenire e che ci vede impegnati su più fronti”.

“Si pensi – prosegue - all’installazione, ad oggi in corso, di pannelli fotovoltaici sulle coperture delle gradinate del campo sportivo comunale o ai lavori di efficientamento energetico che nel prossimo anno interesseranno la scuola media statale ‘Don Luigi Sturzo’ o all’installazione dei pannelli fotovoltaici sul tetto comunale che avverrà con il secondo progetto di rigenerazione urbana. Infine è nostra intenzione partecipare al bando emanato dal Ministero dell’Ambiente rientrante nel programma nazionale per la promozione dell’energia solare denominato ‘Il sole a scuola’ che mira a promuovere la realizzazione di impianti fotovoltaici sugli edifici scolastici e, simultaneamente, l’avvio di un’attività didattica volta alla realizzazione di analisi energetiche e di interventi di razionalizzazione e risparmio energetico nei suddetti edifici, tramite il coinvolgimento degli studenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risparmio energetico, Specchia aderisce al progetto “VotivA+”

LeccePrima è in caricamento