Economia

Mobilitazione contro aperture dei negozi a Ferragosto: aderisce anche Fisascat Cisl

L’iniziativa sindacale, di uno sciopero per il 15 di agosto, coinvolgerà anche Lecce. “Facciamo appello all’attuale governo”, dichiarano dall’organizzazione

Foto di repertorio

LECCE - Continua la mobilitazione sindacale contro le aperture festive dei negozi. Per il 15 agosto, le organizzazioni sindacali del settore del commercio a livello nazionale hanno proclamato, infatti, una giornata di sciopero.  “Come Fisascat Cisl Lecce  - dichiarano Carmela Tarantini e Valentina Donno rispettivamente segretaria generale e componente di segreteria Fisascat Cisl Lecce - abbiamo sempre rilanciato il tema della volontarietà della prestazione domenicale, ma riteniamo che i giorni festivi debbano essere trascorsi in famiglia. Queste aperture selvagge non hanno prodotto alcun tipo di sviluppo economico e non hanno creato un solo posto di lavoro in più. È cambiato il modo di fare gli acquisti; il tutto si è spostato al fine settimana perché c’è la possibilità di farlo. Si è perso ogni idea di famiglia. Non solo per i dipendenti, ma anche per chi affolla i centri commerciali. Spesso si vedono intere famiglie anche con bambini piccoli che passeggiano nelle gallerie invece di andare al parco o al mare”.

“Facciamo appello – prosegue Donno – all’attuale governo e in particolare al ministro Di Maio, affinché ciò che ha promesso non rimanga solo campagna elettorale e chiediamo al governatore Emiliano di prendere una posizione forte e decisa su questo argomento. Lecce è una città turistica. Facciamo in modo che i turisti vedano le meraviglie del nostro territorio e le nostre bellezze architettoniche, no i supermercati”.

“Occorre ricondurre alla contrattazione - ha ribadito il segretario generale della Cisl di Lecce, Antonio Nicolì - la determinazione delle aperture domenicali e festive, in modo che si possa tener conto delle specificità territoriali e delle tipologie aziendali, superando la liberalizzazione selvaggia introdotta dalla legge. Questo è un cambiamento possibile e a costo zero che il ‘governo del cambiamento’ può realizzare, limitando le aperture nei giorni festivi e riconsegnando alle stesse una ragione di straordinarietà e restituendo una normalità familiare a tante lavoratrici ed a tanti lavoratori, da troppo tempo condannati a vivere una vita dissociata nell'ambito del loro stesso nucleo familiare e affettivo. Tali ragioni spingono la Cisl di Lecce a sostenere con forza le richieste unitarie dei sindacati di categoria del commercio e l'azione della Fisascat diretta alla mobilitazione anche in questa giornata di Ferragosto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mobilitazione contro aperture dei negozi a Ferragosto: aderisce anche Fisascat Cisl

LeccePrima è in caricamento