Giovedì, 24 Giugno 2021
Economia

Servizi di manutenzione in Asl, Perrone scrive al direttore per le aziende locali

Paolo Perrone chiede bandi di evidenza pubblica per evitare che le piccole e medie imprese del territorio attive nel comparto sanitario non restino tagliate fuori. Si contesta il nuovo affidamento alla Manutencop per quattro ospedali salentini

L'ospedale di Galatina.

LECCE – Da un colosso di servizi ad un altro, lasciando indietro le aziende del territorio che operano nel settore della sanità. Per chiedere un’inversione di rotta attraverso bandi pubblici che diano la possibilità a tutti i soggetti economici interessati di confrontarsi sul mercato, il sindaco di Lecce, Paolo Perrone, ha scritto al direttore generale della Asl, Giovanni Gorgoni.

“Alcuni anni fa – ha ricordato il primo cittadino - la Asl Lecce, al fine di assicurare la manutenzione ordinaria e straordinaria degli immobili di proprietà della stessa azienda sanitaria locale,  assegnò servizi sanitari non ospedalieri, avvalendosi dell’offerta Consip, alla ditta Romeo Gestioni Spa, eccezion fatta per gli ospedali di Lecce, Copertino e Campi Salentina, già affidati alla stessa Romeo e alla Siram Spa. Tale provvedimento, seppur legittimo, ha provocato numerosi danni alle piccole e medie imprese salentine”.

“Alla luce di ciò – ha proseguito Perrone - mi meraviglia non poco che la Asl Lecce stia procedendo nella stessa direzione,  tramite l’affidamento alla ditta Manutencop,  anche dei restanti ospedali della provincia, e cioè  Gallipoli, Galatina, Casarano e Scorrano. Si tratta di appalti milionari che in buona sostanza daranno lavoro esclusivamente a tre aziende nazionali (e ad un paio di aziende locali) tagliando fuori, di fatto, la miriade di micro, piccole e medie imprese del territorio che da decenni hanno realizzato interventi e offerto servizi alla Asl creando occupazione e investimenti per l’intera economia salentina”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi di manutenzione in Asl, Perrone scrive al direttore per le aziende locali

LeccePrima è in caricamento