Economia Tuglie

Teg srl di Tuglie: lavoratori proclamano lo sciopero

I dipendenti, guidati dal sindacato, hanno scelto la via dello sciopero ad oltranza contro il licenziamenti dell'azienda di Tuglie. E chiedono al prefetto l'immediata convocazione di un tavolo

Gli interni dell'azienda, in uno spezzone pubblicitario online sulle Pagine Gialle.

TUGLIE - Uno sciopero ad oltranza per il pagamento degli stipendi, contro i licenziamenti, contro il tentativo di dividere i lavoratori: è questa la scelta dei dipendenti dell'Azienda Teg srl di Tuglie, che si sono riuniti in assemblea, decidendo a maggioranza di indire, a partire da oggi, uno sciopero, finché non saranno pagati gli stipendi e le spettanze arretrate. Ad annunciarlo è Salvatore Labriola, segretario Slc Cgil che afferma: "Perché l'azienda vuole licenziare se ci sono commesse e lavoro? Il richiamo alla crisi è un maldestro tentativo di fuggire dalle proprie responsabilità e di scaricarle su intera collettività".

Per questo il sindacato chiede la convocazione di un tavolo a Prefetto, Presidente di Provincia e sindaco di Tuglie, "affinché sia attivato un tavolo per capire fino in fondo quali siano i veri motivi che spingono un'azienda a non pagare i propri dipendenti e a decidere il licenziamento di nove fra lavoratori e lavoratrici, pur in presenza di commesse e di lavoro. Il richiamo alla crisi - prosegue Labriola - nel caso dell'azienda Teg appare strumentale e nasconde il maldestro tentativo di fuggire dalle proprie responsabilità e di scaricarle sui lavoratori e sull'intera collettività".

Pertanto la Cgil e i lavoratori ritengono che una strada diversa dai licenziamenti è possibile ricorrendo a forme di ammortizzatori sociali, come la cassa integrazione guadagni, per assicurare, da una parte, un sostegno al reddito dei lavoratori e delle proprie famiglie, dall'altra, la garanzia del rientro sul posto di lavoro.

IL 26 NOVEMBRE INCONTRO IN PREFETTURA


E una prima risposta alla protesta dei lavoratori è arrivato nel pomeriggio: giovedì 26 novembre è stato fissato un incontro presso la Prefettura di Lecce per approfondire la questione. Domani mattina 25 novembre, inoltre, i lavoratori proseguiranno con il presidio davanti allo stabilimento dell'azienda (situata all´altezza IV chilometro della provinciale Tuglie-Collepasso) sin dalle 7,30, e, in mattinata, effettueranno un volantinaggio nei pressi del Municipio di Tuglie per informare la cittadinanza della vertenza in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teg srl di Tuglie: lavoratori proclamano lo sciopero

LeccePrima è in caricamento