Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia Tricase

Tensione in Adelchi: blocco stradale e domani un corteo

Il caso del cazaturificio di Tricase torna nelle cronache. L'azienda sostiene di non avere più commesse, gli operai, tramite i sindacati, chiedono un tavolo con le istituzioni. Domani manifestazione

La protesta dello scorso anno sotto la sede distaccata della Provincia.

Il caso Adelchi torna nelle cronache. Nel calzaturificio di Tricase, che manifesta una crisi senza soluzione di continuità, i lavoratori temono oggi più che mai per le loro sorti. Oltre 500 di loro, facenti capo alle tre fabbriche del gruppo, in mattinata hanno attuato il blocco della strada provinciale, nel tratto fra Montesano Salentino e Tricase, nei pressi della sede della Nuova Adelchi. Sul posto sono dovuti intervenire i carabinieri per controllare la situazione e disagi si sono verificati tra gli automobilisti. Gli operai, in stato di agitazione permanente, temono la cassa integrazione straordinaria. L'azienda ha comunicato loro di non avere più commesse e, di conseguenze, poche alternative: investita dal vortice della crisi, che nel settore del Tac sembra essere quasi doppia. Sindaco di Tricase, presidenti della Provincia di Lecce, e della Regione Puglia, ministro agli Affari regionali, sottosegretario al ministero dell'Interno e prefetto di Lecce stanno ricevendo in queste oreuna lettera dei lavoratori con la richiesta urgente di convocazione di un tavolo interistituzionale. La stesura del documento è stata sottoscritta dai sindacati Filtea Cgil, Femca Cisl, Uilta Uil e Failts Cisal, dopo una lunga assemblea con i lavoratori.

"Al fine di individuare idonee soluzioni che garantiscano l'attuale assetto occupazionale, nonché a tutelare l'impianto economico del territorio notoriamente a forte caratterizzazione calzaturiera e per evitare un forte stato di tensione sociale derivante dal pericolo della perdita di salario da parte delle centinaia di lavoratrici e lavoratori interessati, i sindacati chiedono alle autorità la convocazione urgente di un tavolo interistituzionale", si legge nella missiva. E si richiede una risposta a brevissima scadenza. I sindacati sperano infatti che il tavolo possa tenersi già domani, giovedì 18 giugno, presso la sede del Comune di Tricase, a margine della manifestazione dei lavoratori che si terrà a partire dalle 10. E al tavolo è espressamente richiesta la partecipazione di tutti gli esponenti politici e di governo cui è indirizzata la lettera. Mentre il preannunciato corteo partirà alle 10 dalla sede dell'azienda, presso la zona industriale di Tricase, per raggiungere poi il Comune. Si dispiegherà lungo viale Stazione, via Roma, via Cadorna, via Diaz.


La parlamentare del Pd e componente della Commissione lavoro, Teresa Bellanova, commenta così le notizie relative alla tensione tra i lavoratori dell'Adelchi: "Esprimo solidarietà a questi lavoratori, che vivono una situazione difficilissima per di più in un periodo di crisi generale. Come ho fatto finora, continuerò ad avere un occhio vigile sulla questione, auspicando un accordo tra le parti e che per questi lavoratori possa arrivare un periodo di serenità. A questo riguardo, ribadisco che la cassa integrazione ordinaria può essere uno strumento efficace, anche perché crea meno tensione sia per i lavoratori che per l'azienda. Ho presentato una proposta di legge che prevede il prolungamento proprio della casa integrazione ordinaria - almeno fino alla fine del mese di dicembre del prossimo anno - dalle attuali 52 a 104 settimane, come una forma immediata e concreta di contrasto all'attuale fase congiunturale. Ciò anche a fronte della disponibilità economica dell'Inps, che ha dichiarato un avanzo di oltre 11 miliardi di euro. Auspico che il Governo dia parere positivo per l'accelerazione dell'iter di approvazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensione in Adelchi: blocco stradale e domani un corteo

LeccePrima è in caricamento