Mercoledì, 22 Settembre 2021
Economia

Turismo nel Salento, arriva la proposta Promuovi Italia

L'assessore leccese Massimo Alfarano è coordinatore provinciale del Programma in fase di avvio. "Obiettivo, avvicinare la domanda e l'offerta di lavoro nel comparto: è un'occasione da non perdere"

Il mare del Salento: la più grande risorsa in ambito turistico.

"Avvicinare la domanda e l'offerta di lavoro nel comparto turistico, dando la possibilità agli imprenditori salentini e ai nostri giovani che hanno voglia di formarsi, di entrare in contatto tra di loro per mettere sul mercato un prodotto turistico qualitativamente più elevato migliorando la qualità dei servizi turistici, rendendo il settore maggiormente competitivo sui mercati internazionali e, non per ultimo, offrire lavoro stabile superando la stagionalità turistica. Questa la mission del Programma "Lavoro e sviluppo turismo" e "Motus" di Promuovi Italia, anche in un'ottica di decentramento federalista, laddove il Salento e la Puglia vogliono essere, e certamente saranno, importantissimo polo di eccellenza." E' quanto afferma l'assessore al Turismo, allo Sport e alle Relazioni internazionali del Comune di Lecce, Massimo Alfarano, in qualità di coordinatore provinciale del Programma di politica attiva del lavoro di Promuovi Italia, in occasione dell'inizio del progetto. Costituita nel novembre 2004, su iniziativa del ministero dello Sviluppo economico, Promuovi Italia è una società che ha lo scopo di valorizzare il comparto turistico.

Promuovi Italia sviluppa la sua attività realizzando progetti commissionati prevalentemente dal ministero dello Sviluppo economico e dal Dipartimento del turismo e dipende dalla presidenza del Consiglio. "In questo determinato periodo storico non possiamo permetterci che, nel mondo del lavoro, ci siano troppe occasioni mancate", afferma l'assessore Alfarano. "Occasioni mancate per chi lo cerca, avendone titoli e competenze. Occasioni mancate per chi lo offre, e che, individuando la persona giusta al posto giusto, potrebbe fare un salto di qualità sostanziale poiché, in qualità di amministratori, siamo i primo ad avere l'obbligo non soltanto di essere puntuali conoscitori di importantissime iniziative come questa, ma anche e soprattutto di esserne dinamici fruitori, dal momento che è necessario fornire importanti risposte al nostro territorio soprattutto per tutto ciò che può attenere la creazione di nuovi posti di lavoro".

"L'intento del programma è quello di replicare in Puglia le positive esperienze e i risultati incoraggianti realizzati con i progetti «Lavoro & Sviluppo Turismo e Motus", aggiunge sostenuto Daniela Talà, responsabile del progetto per la Puglia. "Negli ultimi due anni Promuovi Italia ha attivato, principalmente nelle regioni Obiettivo 1 (Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, Campania), più di 3mila tirocini di lavoro e, nel 75 per cento dei casi hanno prodotto un'offerta di lavoro da parte dell'azienda ospitante. In soli dieci giorni dall'incrocio domanda/offerta, Promuovi Italia con la rete dei suoi collaboratori presenti su tutto il territorio nazionale è in grado di attivare l'apprendistato in azienda con le necessarie coperture Inail e Rct. Al tirocinante viene corrisposta una Borsa Lavoro mensile pagabile in qualsiasi sportello delle Poste Italiane. L'azienda non ha costi ma una serie di agevolazioni. E' un meccanismo che funziona - conclude - e che auspichiamo possa diventare strutturale nella nostra regione che ha grandi necessità di incrementare le occasioni di lavoro in un comparto strategico come quello turistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo nel Salento, arriva la proposta Promuovi Italia

LeccePrima è in caricamento