Salento a rischio di un blocco sociale: Ugl lancia l’avvertimento

Il segretario territoriale, Antonio Verardi, ricorda le stime che indicano la perdita imminente di diecimila posti di lavoro in tutta la provincia e sollecita una nuova concertazione per misure urgenti per imprese e famiglie

I lavoratori del gruppo Adelchi in corteo (foto d'archivio).

LECCE – Il sindacato Ugl evoca, senza giri di parole, il rischio imminente di un blocco sociale nel Salento: “Da una stima – scrive il segretario territoriale Antonio Verardi - sarebbero diecimila i posti di lavoro a rischio entro il prossimo trimestre. Ad essere interessati sarebbero tutti i maggiori comparti produttivi: tessile, abbigliamento, calzaturiero, metalmeccanico, commercio, turismo, sicurezza civile, igiene ambiente, artigianato, edilizia.  Sono tutti sotto la pioggia acida del fisco, dei costi di gestione, dei pagamenti tardivi dei canoni di appalto, del costo del lavoro, dei rapporti bancari”.

Per il sindacalista la critica congiuntura economica alimenta il ricorso al lavoro nero che diventa non più un ricatto, ma un compromesso che va bene sia lavoratore che all’azienda, pur di sopravvivere, ma anche il pagamento stipendi a rate e magari evitando il versamento dei contributi. Uno scenario funesto non privo di “pericolose manifestazioni di disperazione” che potrebbero essere strumentalizzate dai fomentatori di piazza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per l’Ugl non si può più rinviare una nuova concertazione che individui subito delle direttrici d’azione: l’azzeramento della riforma del lavoro del ministro Elsa Fornero, con un’attenuazione del carico fiscale; il sostegno alla produttività; un argine allo “strapotere bancario che porta sempre di più verso l’usura”; il potenziamento delle risorse a disposizione della forze dell’ordine e della magistratura che “mai come in questo momento sono chiamate a contenere infiltrazioni mafiose e strategie eversive, che proprio attraverso le crisi economiche e sociali riescono ad aumentare la forza di penetrazione nei sistemi nevralgici della politica, della pubblica amministrazione, del sindacato, dell’università, dell’associazionismo, dell’impresa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Negli sportelli dell'auto, cocaina per due milioni, arrestato un 43enne

  • Furgone sbanda, finisce contro l’albero e prende fuoco: un ragazzo in coma

  • Durante la rapina minaccia di morte la cassiera con l’arma: arrestato

  • Coronavirus, nel Salento registrati altri sei positivi: due da fuori regione

  • Violenze durante il sonno, a processo il padre adottivo

  • Finanziamenti con documenti falsi, al terzo tentativo scattano le manette

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccePrima è in caricamento