Lunedì, 27 Settembre 2021
Economia

Un progetto per valorizzare il patrimonio culturale

Spazio alle produzioni locali nel progetto Setc, finanziato dal ministero delle Finanze al comune di Lecce: 160mila euro per le risorse culturali e per lo sviluppo economico-turistico del territorio

LECCE - Il Ministero delle Finanze, con decreto del 25 febbraio 2010, ha accordato al comune di Lecce un finanziamento di 160mila euro, per un intervento di "valorizzazione delle risorse culturali per lo sviluppo economico-turistico del territorio": in buona sostanza, si prevede, con la collaborazione di partner, la realizzazione in 18 mesi di una serie di attività, volte a sistematizzare la conoscenza e la diffusione (attraverso canali tradizionali e multimediali) delle risorse artistico-artigianali, artistico-architettoniche e quelle ad esse connesse, per la creazione di percorsi di fruizione turistica.

Le azioni pianificate nel progetto Setc si orientano al recupero dello sviluppo economico del territorio, puntando sulla valorizzazione delle risorse culturali al fine di incrementarne l'attrattività. Tra le finalità, in particolare, si vuole valorizzare le risorse artistico culturali della città di Lecce, con specifico riferimento a quelle di carattere artigianale, al fine di aumentare la conoscenza del patrimonio delle produzioni artistico-artigianali locali, e meglio promuovere le stesse attraverso l'uso delle più moderne tecnologie e la creazione di appositi itinerari turistico-culturali che includano anche risorse territoriali turistiche collegate (ricettività e ristorazione tipiche), contenitori culturali ed attrattori architettonici di maggior pregio connessi alle stesse produzioni.

Tra le produzioni locali tipiche - da dover valorizzare - si evidenziano la cartapesta, la terracotta, le lavorazioni in vimini, la pietra leccese e il ferro battuto. Il patrimonio artistico-artigianale rappresenta una delle grandi risorse della terra salentina e di conseguenza un fattore di potenziale vantaggio competitivo in grado di innescare e alimentare processi di sviluppo locale, di tipo economico-turistico. L'evoluzione di tali potenzialità può costituire un elemento di caratterizzazione e specializzazione produttiva nella prospettiva di valorizzazione di percorsi di tipo turistico-culturale e di sostegno alla creazione di filiere artistico-culturali in senso lato.

La necessità di aumentare il livello di conoscenza e promozione delle produzioni locali e di attrattori artistico-culturali (come il patrimonio architettonico) e di valorizzazione attraverso la creazione di specifici itinerari turistico-culturali, implica la combinazione di tradizione e innovazione, ovvero la tradizione artigianale e le più moderne tecnologie al fine di fornire a fruitori di vario genere tutte le informazioni necessarie anche attraverso la digitalizzazione delle risorse e l'uso di nuovi media (virtualizzazioni digitali, rete internet, dispositivi mobile, ecc.).

Tutto ciò nasce dalla consapevolezza che questa possa rappresentare un'attività di forte sostegno allo sviluppo dell'arte locale e di conseguenza di tutela delle tradizioni e del patrimonio culturale, nonché dell'indotto turistico. In considerazione di ciò il comune di Lecce, attraverso il presente progetto, si propone di sostenere la produzione artigianale e di creare sinergie tra gli operatori artigiani e di altri settori annessi all'ambito culturale (come i produttori dell'enogastronomia, i ristoratori, le ricettività tipiche site in prossimità delle botteghe artigiane).

In particolare il progetto prevede la virtualizzazione digitale delle produzioni tipiche legate all'artigianato, in generale, ed all'artigianato artistico, nello specifico, di botteghe ed altri centri di produzione artistica presenti e di tutti gli altri attrattori turistici: più nello specifico, saranno realizzate produzioni multimediali, con ricostruzioni in 3D di oggetti, reperti e dei luoghi in cui vengono mostrati al pubblico, effettuando inizialmente uno screening dei luoghi, delle botteghe e delle relative produzioni da promuovere, nonché dei servizi al cittadino ed al turista annessi.


In secondo luogo, è prevista la creazione di materiale divulgativo e promozionale sia in formato cartaceo sia per il web, comprendente un piccolo catalogo dei beni architettonici presenti nella città, con indicazione di percorsi ed itinerari volti a valorizzare le produzioni tipiche locali (legate all'enogastronomia ed all'artigianato); e ancora la creazione di un apposito portale web interattivo, che conterrà anche le digitalizzazioni di alcuni o tutti i beni catalogati, per la messa a disposizione on-line del materiale divulgativo e delle informazioni legate agli itinerari culturali; la definizione di una campagna di comunicazione e divulgativa sui maggiori media locali e non; la creazione di uno staff tecnico a servizio del settore "cultura, beni culturali, spettacoli, turismo, sport, tempo libero e impianti sportivi", al fine di realizzare quanto previsto dalle attività precedenti e per attività di procacciamento di fondi per progetti di sviluppo territoriale legate alla valorizzazione del patrimonio culturale ed ambientale della città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un progetto per valorizzare il patrimonio culturale

LeccePrima è in caricamento