Mercoledì, 28 Luglio 2021
Eventi

Cantine aperte 2014: vini e abiti originali realizzati con ortaggi e legumi

Un nuovo vino da scoprire e un'originale mostra di abiti realizzati con ortaggi, legumi, pasta e grano, la visita della cantina storica e di un antichissimo frantoio ipogeo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

~~25 Maggio: Cantine Aperte 2014
DiVino vestire: vini e abiti originali realizzati con ortaggi e legumi alla
Cantina Duca Carlo Guarini di Scorrano

Un nuovo vino da scoprire e un'originale mostra di abiti realizzati con ortaggi, legumi, pasta e grano, la visita della cantina storica e di un antichissimo frantoio ipogeo. Questo e altro vi aspetta presso l'Azienda Agraria Duca Carlo Guarini di Scorrano, una delle più antiche e prestigiose aziende vitivinicole del Salento.
L'appuntamento è per domenica 25 maggio in occasione di Cantine Aperte 2014, l'evento di punta del Movimento Turismo del Vino. Dalle 10.00 alle 13 e poi dalle 15 alle 21, la famiglia Guarini accoglierà gli enoturisti nella costruzione settecentesca, dove ha sede la cantina per una giornata all'insegna del buon "gusto" e dell'originalità.
I luoghi del vino si trasformeranno in una galleria d'arte dove poter ammirare opere veramente originali: tra moderne cisterne d'acciaio ambientate tra le volte a stella, saranno esposti abiti di spighe, corpetti di fagioli, gonne di carciofo e gilet di zucchine, frutto dell'estro e dell'originalità di Rosamaria Francavilla, artista appassionata di cibo e di cucina, abile a catturare il fascino dei frutti della terra, capace di immortalare i " vegetali" nella loro bellezza più intima, facendoli diventare " abiti".Un connubio imprescindibile quello tra il vino e il cibo, che vedrà i grandi vini prodotti dall'Azienda abbinati alle varie opere in esposizione: il nuovo Negroamaro bianco Taersìa all'Abito di Carciofi per Michela de Cesare; Malìa al Sopraveste - Sipario, di piselli, ceci, lenticchie, fagioli e pasta fresca; Natìvo al Korpetto etnico con ceci, lenticchie, fagioli, piselli, cicerchie, riso; Campo di Mare con Casa Mia, di rami, nido, pomodori, melanzane e zucchine essiccati; Malìa Rosa con la Corazza di zucchine e melanzane; Vigne Vecchie con il Filo d'Arianna, realizzato con fagioli; Murà con il Nido di spighe di grano e uova di struzzo; Pìutri con l'Abito per la festa con foglie di cavoli e collana di pomodori; Boemondo con il Corpetto di legno. Questi abiti pregiati raccontano stagioni, colori, territorio e nascono dall'esigenza di condivisione del cibo radicato nel tempo e nella tradizione e recvano in sé , nella scelta dei materiali utilizzati, i simboli legati alle fasi della vita come la nascita, la maturità, la fertilità.
Oltre ai vini ci saranno friselline condite con squisito olio extravergine d'oliva e agrumato, gustose creme di carciofi, di olive, di cipolle e mele selvatiche, di pomodori secchi, di peperoni gialli e rossi, della linea agroalimentare Le Masserie del Duca.


Info: Azienda Agraria Duca Carlo Guarini, Via G. Sindaco 54, Scorrano (LE), tel. 0836. 460257 fax 0836.460288 info@ducacarloguarini.it - www.ducacarloguarini.it

Rosamaria Francavilla vive e lavora a Lecce dove da anni conduce una persona ricerca che si può in parte definire " arte da mangiare". Come materiale per le sue composizioni artistiche utilizza foglie di carciofo, fette di melanzane e zucchine, fagioli e lenticchie , riso e formati di paste , allestendo mostre dove alcune di queste cose che danno vita alle sue opere poi anche si cucinano e si offrono in pasto ai visitatori.
Una mostra personale dal titolo " Abiti di gusto" è stata allestita a Lecce nel 2008. Nel 2009 le sue opere sono esposte a Palazzo Rospigliosi a Roma e, per il tema proposto ( arte da mangiare) e per il modo in cui veniva trattato( quadri e sculture che prendono la forma di abiti da mangiare) suscitò l'attenzione di Canale 5 che le dedicò uno spazio dettagliato in una sua trasmissione. L'opera "Abito di Spighe" è stato esposto nella galleria del Quoquo Museo del Gusto a San Cesario di Lecce nel 2010. Gli abiti hanno anche sfilato in passerella in una performance a Villa d'Este nel 2011 in occasione del X Forum Internazionale della Coldiretti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantine aperte 2014: vini e abiti originali realizzati con ortaggi e legumi

LeccePrima è in caricamento