Sabato, 31 Luglio 2021
Eventi

Astragali teatro si conferma leader europeo nella progettazione culturale

Astragali Teatro si conferma leader europeo nella progettazione culturale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

Per la nona volta vincitore del "Programma Cultura 2007-13", Astràgali Teatro è capofila del progetto internazionale Walls - Separate Worlds. Sostenuto dall'Unione Europea, Walls coinvolge un ricco e prestigioso partenariato di istituzioni culturali, università e compagnie teatrali provenienti da Italia, Cipro, Grecia, Turchia e Francia.

Walls - Separate Worlds crea spazi per favorire processi di reale integrazione ed inclusione in contesti di conflitto, anzitutto attraverso la rielaborazione delle memorie. L'interazione tra teatro e ricerca sociologica, trasformando le storie dei partecipanti attivamente coinvolti nel processo creativo, diviene così una delle chiavi di volta determinanti del progetto.

Il progetto prenderà avvio a settembre 2013, contemplando una fittissima rete di azioni: ricerca sociologica, residenze artistiche, laboratori teatrali, spettacoli, una produzione internazionale, incontri e dibattiti.

Ancora una volta, dunque, Astragali Teatro conferma la sua attenzione verso le terre del Mediterraneo, lungo una decennale esperienza che ha visto il teatro lavorare nei paesi che si affacciano sulle due sponde con interventi e progetti sostenuti dal programma Cultura dell'Unione Europea.

L'esperienza di Astragali Teatro nella progettazione internazionale ha inizio nel 2002 con un progetto tra Italia, Grecia e Belgio, proseguendo negli anni con azioni che vanno dalla ricerca teatrale, la performing art, alle pedagogie teatrali, alle tematiche della violenza e della guerra nelle zone di conflitto.

Forte è l'esperienza delle pratiche teatrali nelle zone di conflitto che Astragali ha maturato, grazie a progetti come Teatri di guerra - pratiche di pace (2005) e Le rotte di Ulisse - per una critica della violenza (2006), per citarne solo alcuni, ricevendo apprezzamenti dalla Commissione Europea per la dimensione interculturale e la sostenibilità dei progetti.

Nel 2007 Astragali Teatro ottiene il riconoscimento dall'Unione Europea come "Best practice" nel campo della cooperazione interculturale per il progetto War Theatres - Practices for Peace tra Italia, Grecia, Cipro.

Il percorso continua con Roads and Desires - il teatro oltrepassa le frontiere (2010), realizzato soprattutto in Palestina e in Giordania, e porta Astragali Teatro in Turchia con un percorso di ricerca sulle forme popolari del teatro con il progetto Stelle e acrobati - forme del teatro tra Turchia e Europa (2012).

Con H.O.S.T. - Hospitality, Otherness, Society, Theatre (2012), promosso dall'Università del Salento, Astragali porta il proprio lavoro tra le frontiere, nei luoghi di passaggio dei migranti, in Grecia, Spagna, Francia, e Cipro, nelle città in cui sono presenti proprio i passaggi per l'Europa, le frontiere segnate da filo spinato e soldati.

Ed è proprio da questa attenzione alle frontiere come snodo liminare della storia e delle contraddizioni che agitano il presente, che si inaugura la nuova ricerca. Con Walls i muri diventano paradigma di mondi separati che non riconoscono la possibilità di un dialogo all'interno di una pluralità delle culture.

È questa la nuova sfida che Astragali raccoglie e rilancia all'interno di una pratica della condivisione e della bellezza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Astragali teatro si conferma leader europeo nella progettazione culturale

LeccePrima è in caricamento