Eventi

Balla con la moda, Calignano veste le debuttanti

Lo stilista di Nardò ancora protagonista delle "notti" romane: le sue creazioni
per il "Gran Ballo" del 7 giugno al palazzo Chigi di Ariccia. e l'eleganza e il fashion si sposano con la solidarietà

Le ambientazioni e i contesti romani e internazionali hanno imparato ad amarlo, apprezzarlo e ad ispiralo. Il suo stile eclettico ed inconfondibile non ha mai perso di vista l'obiettivo ispiratore della classe e dell'eleganza personificata e sviscerata in un mix coinvolgente di gusto e razionalità creativa. E nel contempo senza mai offuscare quel legame indelebile con la sua primordiale terra salentina d'origine. Ed è così che gli abiti e le creazioni dello stilista di Nardò, Gianni Calignano, tornano ad impreziosire le calde e fascinose notti romane, firmando questa volta, con il marchio dell'haute couture, il grande "salto" nella società che conta di ventotto giovani fanciulle abbigliate di tutto punto. Le opere sartoriali di Calignano saranno tra quelle che il 7 giugno prossimo nel Palazzo Chigi di Ariccia (a pochi chilometri dalla Capitale), vestiranno le partecipanti al "Gran Ballo Nazionale delle Debuttanti". Sullo sfondo di una Vienna di fine '800, tra i nostalgici echi del "Gattopardo" di Visconti, si riapriranno le danze per queste ventotto giovani fanciulle che nella romantica cornice dagli antichi sapori barocchi e in un'atmosfera da fiaba, animeranno una festa che ha tutti i colori del classico e intramontabile sogno principesco.

"E' in quest'incantevole scenario", spiegano dallo staff dello stilista neretino, "Gianni Calignano, insieme ai maestri-amici, dell'Alta Moda italiana, da Raffaella Curiel, a Fausto Sarli, a Lorenzo Riva, offre le sue preziose opere sartoriali, le sue immaginifiche creazioni stilistiche, per adornare il corpo delle bellissime debuttanti, che tra danze e pirouettes, esordiscono in società dinanzi ad importanti cariche dello Stato, della politica e dello spettacolo. Imperdibile occasione, una volta di più, per Gianni Calignano, per suggellare in un'atmosfera d'incanto, tra inebrianti giri di valzer e dolci note di sottofondo, il suo amore appassionato per l'arte sartoriale e l'impeccabile savoir-faire, che nasce e si fonde nel soave chiffon, nelle scintillanti geometrie di Swarovsky, in un suadente abbraccio di emozioni e sensazioni, sfaccettato come un prezioso diamante. L'avvenimento mondano più atteso dell'anno, con il suo fastoso cerimoniale, rappresenta l'humus ideale per le creazioni di Calignano, artefice del bello e del lusso nelle sue più alte rappresentazioni, nello spazio e nel tempo, ispiratore di sogni e reale testimone di un made in Italy capace sempre di stupire".

Moda, bellezza, eleganza e gran debutto, ma non solo. L'evento, tra sontuosità e glamour, rap-presenterà, anche un importante momento di reale impegno sociale, trasformandosi in un ponte meraviglioso tra bellezza e solidarietà, tra sogno e realtà. I proventi della serata saranno infatti devoluti in beneficenza, a favore "dell'Unhr Emergenza Darfur" in Sudan. Gianni Calignano, gli altri stilisti convenuti e l'organizzazione dell'alta manifestazione, avranno così modo di dare una mano per "ricucire gli strappi dell'anima", ritessere le trame di un vissuto meno fortunato, per dare nuovo vigore, forte slancio alla vita, proprio come si fa con "ago e filo" in una preziosa creazione sartoriale. Un'altra attestazione di classe e sensibilità che rendono il mondo della Moda sempre meno ovattato e sempre più permeato di sensibilità e finalità anche etiche e sociali. E per la Gianni Caligano&C. operativa ormai dal 91,'dopo l'intensa e qualificante attività di promozione e presentazione delle collezioni di "alta sartoria" nell'ambito di prestigiosi eventi di moda in tutto il mondo, ora è tempo di modellare anche il prêt-à-porter in terra salentina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Balla con la moda, Calignano veste le debuttanti

LeccePrima è in caricamento