Mercoledì, 23 Giugno 2021
Eventi

“Bandiera degli italiani nel mondo” al Museo del minatore

Nella festività di Santa Barbara, patrona dei minatori, il vessillo creato dall'artista italo-argentino Mario Alvarez visita il museo di Casarano, dopo aver partecipato alla festa nazionale dei vigili del fuoco

CASARANO - “La bandiera degli italiani nel mondo-La bandiera degli emigranti”, ideata dall’artista italo argentino Mario Alvarez, visita il museo del minatore di Casarano, dopo avere partecipato a Potenza alla festa nazionale dei vigili del fuoco. L’iniziativa si colloca nelle celebrazioni in onore di Santa Barbara, protettrice di queste categorie, ma anche dei marinai, degli artiglieri, dei genieri e, in generale, di coloro che svolgono mestieri esposti al rischio di morte violenta e improvvisa.

Questo progetto itinerante, nato per riflettere sull’esperienza migratoria e riallacciare in modo più profondo il legame tra l’Italia e i Paesi in cui gli italiani sono emigrati nel corso degli anni, sta viaggiando per tutta l’Italia. L’opera che dà vita a questo percorso è la “doppia” bandiera creata dall’artista con il legno portato dal mare, dipinta da un lato con il tricolore italiano e dall’altro con il bianco-celeste dell’Argentina. Questo “pezzo di legno” simboleggia per l’artista il ritorno del nonno materno in quella patria che avrebbe sempre voluto rivedere.

La “bandiera degli italiani nel mondo” nasce, quindi, unendo i due paesi che formano la storia personale dell’artista, ma vuole farsi simbolo universale, per rappresentare tutti gli italiani emigrati nelle varie parti del mondo e farsi portavoce di una cultura di pace e di unione fra i popoli. A Casarano, Mario Alvarez intende rendere omaggio ai tanti emigrati italiani impiegati come minatori in Belgio e in altri paesi (Sudafrica, Francia, Germania, Brasile, Stati Uniti), alla ricerca di nuove opportunità per sé e per le proprie famiglie, in particolare a quanti hanno trovato la morte nelle viscere della terra o riportato mutilazioni o malattie gravi.

Una commemorazione nel ricordo di Lucio Parrotto, il casaranese da poco scomparso che, dopo aver lavorato per oltre trent’anni nelle miniere del Belgio, si è dedicato incessantemente a raccogliere testimonianze, foto, attrezzi di lavoro per ricostruire la storia di un’attività che lo ha visto protagonista. A Casarano Mario Alvarez incontrerà infatti la sua famiglia e con “La bandiera degli italiani nel mondo” toccherà il Museo del minatore ed il monumento al minatore salentino, entrambi fortemente voluti da Parrotto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Bandiera degli italiani nel mondo” al Museo del minatore

LeccePrima è in caricamento